menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pedoni "spericolati" a piazzale Roma, strisce e semafori non rispettati: fioccano le multe

La polizia municipale inasprisce i controlli per evitare situazioni di pericolo: troppe persone attraversano senza fare attenzione, spesso con gli occhi incollati allo smartphone

Il codice della strada va rispettato anche dai pedoni, altrimenti le sanzioni sono inevitabili. Vale in particolare a piazzale Roma, "porta" di accesso a Venezia e crocevia di autobus, automobili, taxi, tram. Qui tutti scendono, perché oltre non si può andare. E ogni giorno migliaia di persone a piedi affollano l'area, attraversando, dirigendosi verso i mezzi o verso il centro storico della città.

Solo che troppo spesso lo fanno in barba alle regole, intralciando la circolazione e creando problemi. Costringendo, ad esempio, autobus e tram ad aspettare il loro passaggio in punti in cui non sarebbe loro consentito. Non a caso, quindi - riporta La Nuova Venezia - gli agenti della polizia municipale hanno cominciato ad intensificare i controlli e, soprattutto, staccare multe nei confronti dei trasgressori: 41 euro (28,70 se si paga entro 5 giorni) nei confronti di chi passa con il semaforo rosso. Pur accorgendosi della presenza dei vigili.

Si tratta, ricorda il comandante Marco Agostini, prima di tutto di una questione di sicurezza. È facile immaginare il risultato se, in una situazione di viabilità già di per sé piuttosto caotica, i pedoni cominciano ad aggirarsi a destra e a manca senza regole. Ulteriore preoccupazione è destata dal fatto che in molti camminano con gli occhi puntati sullo smartphone (e gli auricolari addosso), rendendo la circolazione ancora più rischiosa. Così agli autisti Actv tocca avere mille occhi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'isola di Santa Maria delle Grazie può uscire dall'abbandono

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento