menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chioggia, il primario Angelo Bariga va in pensione (ma prosegue come volontario)

Alle spalle 40 anni di carriera al reparto di Medicina nell'ospedale che ora fa parte della Ulss 3 Serenissima. "Figura importante per la sanità clodiense, ha visto nascere la struttura"

Quarant’anni di attività nell’ospedale di Chioggia, una vita intera al servizio dei pazienti. Il dottor Angelo Boscolo Bariga, direttore del dipartimento medico e dell’unità operativa complessa di Medicina, è andato in quiescenza. Ma il suo contributo alla buona sanità clodiense continua ancora da volontario. “Una figura storica importante per la sanità clodiense – ha commentato il direttore della Ulss 3, Giuseppe Dal Ben – ha visto nascere l’ospedale, lo ha visto trasformarsi negli anni e crescere, ed ha contribuito con il suo spessore, la sua professionalità ed umanità, a garantire negli anni una buona 'Medicina' a Chioggia. Lo ringraziamo per il suo contributo e per la sua scelta di continuare ancora a lavorare con noi e per la salute dei cittadini in maniera volontaristica”.

Il dottor Bariga è entrato in ospedale come studente di Medicina e Chirurgia nel 1973 e, con il professor Casson come relatore, si è laureato all'università di Padova nel 1975. Successivamente si è specializzato in Endocrinologia (1979) e in Diabetologia e Malattie del Ricambio (1984) sempre presso la facoltà patavina. Ha conseguito l’idoneità primariale sia in Medicina Interna che in Diabetologia alla fine degli anni Ottanta. Ha cominciato la sua carriera nell’ospedale di Chioggia dove ha continuato a lavorare per ben quarant’anni. In particolare: tra il 1977 e il 1981 è stato assistente ospedaliero presso la Divisione di Medicina Generale; tra il 1981 e il 1987 è stato aiuto ospedaliero sempre presso la Medicina. Successivamente è stato aiuto corresponsabile ospedaliero di ruolo del Centro Antidiabetico aggregato alla Divisione di Medicina Generale con responsabilità del Modulo di Endocrinologia e Malattie del Metabolismo. Nel 1990 è dirigente medico di I° livello con responsabilità del Servizio di Endocrinologia e Malattie del Metabolismo: nel 1991 diventa dirigente di II° livello dell’Unità Operativa di Medicina Generale e, dal 2003 ad oggi, ha ricoperto il ruolo di direttore del Dipartimento di area Medica.

Dal 1996 al 2000 è stato Presidente della Sezione Veneto-Trentino- lto Adige della Associazione Medici Diabetologi (AMD). Dal 2000 al 2002 Presidente della Società Medico-Chirurgica Clodiense. Ha fondato con la collaborazione dell’associazione diabetici il Servizio di Diabetologia a Chioggia. Ha partecipato a numerosi congressi come relatore o moderatore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Veneto sarà quasi di sicuro in area arancione, Zaia: «Oggi l'Rt è a 1,12»

  • Cronaca

    Ordinanza anti alcol a Venezia in vista del weekend

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento