rotate-mobile
Cronaca

Si aggrava la posizione di Stefano Perale, sarebbe indagato anche per violenza sessuale

All'interno del cellulare del 50enne, analizzato a Roma, sarebbero stati trovati i video degli abusi sul corpo inerme di Anastasia. A settembre i risultati dell'autopsia

La sua posizione si aggrava ulteriormente. Come riportano i quotidiani locali, Stefano Perale, l'omicida di Biagio Jr Buonomo e della compagna Anastasia Shakurova, sarebbe indagato anche per presunta violenza sessuale aggravata. L'accusa sarebbe arrivata dopo l'analisi del cellulare dell'assassino, inviato ad un laboratorio di Roma, al cui interno ci sarebbero le prove dell'abuso del professore sulla giovane. Secondo il pm che si occupa del caso, Giorgio Gava, l'assassino avrebbe abusato della ragazza in un momento in cui si trovava "in condizioni di inferiorità fisica o psichica".

I VIDEO NEL CELLULARE

Nella memoria del dispositivo sarebbero stati trovati i video inequivocabili della violenza, che Perale avrebbe girato quando Anastasia si trovava priva di sensi, dopo essere stata tramortita dal cocktail a base di sonnifero. La violenza sessuale, quindi, sarebbe stata consumata prima dell'ultimo atto, ovvero il soffocamento con i panni intrisi di cloroformio. Secondo la ricostruzione degli investigatori, la 30enne avrebbe richiesto di stendersi a letto perché non si sentiva bene, poi il sonnifero avrebbe fatto definitivamente effetto, con il professore d'inglese che avrebbe abusato della donna, incinta di 5 mesi, della quale era perdutamente invaghito.

I video ritrovati all'interno del cellulare, in mano agli inquirenti, forniscono una prova in grado di ricostruire le fasi precedenti all'assassinio dei due giovani. A chiudere il cerchio saranno gli esiti dell'autopsia disposta sui corpi dei due ragazzi: la relazione del medico legale dovrà essere depositata in Procura entro la metà di settembre.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si aggrava la posizione di Stefano Perale, sarebbe indagato anche per violenza sessuale

VeneziaToday è in caricamento