menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perde tutti i soldi al gioco d'azzardo e si inventa una violenta rapina

Una 23enne croata di Marghera è stata denunciata per simulazione di reato. Aveva raccontato di essere stata derubata e ferita in casa dai ladri

Negli ultimi tempi aveva perso circa 4mila euro giocando d'azzardo. Poi, però, per evitare che i parenti lo venissero a sapere, si è inventata una rapina. Violenta. In questo modo avrebbe evitato di dover raccontare la verità. La versione dei fatti fornita da una 23enne di nazionalità croata residente a Marghera, però, non ha convinto fin da subito gli uomini del nucleo operativo radiomobile e della stazione locale della Città giardino, che alla fine hanno incastrato la donna e l'hanno denunciata per simulazione di reato.

La giovane, infatti, nel primo pomeriggio di venerdì, aveva raccontato ai militari di essere stata vittima di una rapina all'interno della propria abitazione, verso le 14. Due gli sconosciuti che si sarebbero introdotti in casa e che le avrebbero trafugato la borsa con il denaro contante.

La storia si caratterizzava per alcuni dettagli cruenti: i due malviventi, spacciatisi per dipendenti comunali, l'avrebbero immobilizzata e colpita più volte, anche con un coltello e con un ferro da stiro che la donna stava usato in quel momento dalla giovane. Per rendere il tutto più verosimile, di fronte ai carabinieri la donna ha mostrato alcuni tagli superficiali sugli avambracci e una ustione sempre sul braccio. Tanto da indurre le forze del'ordine a chiamare i sanitari del Suem.

Le discrepanze, però, erano molte. Innanzitutto le ferite: troppo lievi per un assalto criminale del tipo raccontato. Poi le tempistiche della rapina, che non reggevano alla prova dei fatti. Gli stessi rilievi effettuati subito dopo avevano messo in allerta gli inquirenti. Una dinamica sospetta. Poi ufficialmente "infondata". La 23enne, messa di fronte ai fatti, ha dapprima cercato di ingannare ancora una volta le forze dell'ordine, poi non ha potuto far altro che ammettere di essersi inventata tutto di sana pianta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento