Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Una perizia per ricostruire l'incidente costato la vita a Valentino Polato

Venerdì l’inizio delle operazioni peritali sullo schianto della settimana scorsa lungo la Treviso Mare di cui il 32enne è rimasto vittima

Valentino Polato

La procura vuole fare piena luce sul tragico incidente avvenuto sulla Treviso Mare, a Caposile, venerdì 9 luglio, e costato la vita all’appena 32enne Valentino Polato. Il pm Elisabetta Spigarelli ha aperto un fascicolo con l’ipotesi di reato di omicidio stradale a carico di C. F., 61 anni, di Trevignano (Treviso), il conducente del mezzo pesante contro cui si è scontrato frontalmente il pick-up della vittima, e ha disposto una perizia cinematica per ricostruire la dinamica, le cause e tutte le responsabilità del sinistro. 

Il papà di Valentino, Giacomino Renzo, e la mamma Gina ci tengono a precisare che non nutrono alcun risentimento nei confronti del camionista, anzi fin da subito si sono detti sollevati dal fatto che non abbia riportato ferite gravi e hanno apprezzato le condoglianze che ha fatto pervenire loro attraverso le forze dell’ordine. I genitori di Valentino con l’occasione intendono anche ringraziare in modo commosso le centinaia di persone che sono state loro vicine in questi giorni strazianti. «Perdere un figlio in questo modo, e senza neanche sapere bene cosa sia successo, è il dolore più grande per dei genitori - spiegano attraverso i loro legali di Studio 3A -, ma i tantissimi massaggi di vicinanza che abbiamo ricevuto, la folla ai funerali, a cui hanno partecipato persone arrivate da tutte le parti del Veneto, ex compagni di scuola, colleghi di lavoro di oggi e di ieri, amici e conoscenti, ci hanno aiutato molto: ci hanno fatto capire quanto Valentino fosse amato, quanto bene ha fatto e che bel ricordo ha lasciato nella sia pur breve vita. Ringraziamo di cuore tutti per essere stati presenti e vicini a noi, al piccolo Emanuele e alla compagna Irina».

E aggiungono: «Noi continueremo a ricordarlo sempre e a fare di tutto per far crescere anche nostro nipote, che per Valentino era tutto, con la sua stessa bontà d’animo. Giovani, state ttenti alla guida, perché basta un attimo, un nulla, e tutto può cambiare, irrimediabilmente. Per sempre».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una perizia per ricostruire l'incidente costato la vita a Valentino Polato

VeneziaToday è in caricamento