Cronaca

I pescatori in battaglia: "Pronti a irrompere a Carnevale". Depositata interrogazione LeU

"Se confermata, la sospensione degli sgravi rischia di compromettere la tenuta del sistema delle imprese e delle cooperative, con serie ripercussioni sull'occupazione"

"La circolare Inail del 18 gennaio ci mette in ginocchio". Questo l'appello lanciato qualche giorno fa da Antonio Gottardo, portavoce della Legacoop Pesca Venezia, contro la revoca Inail degli sgravi al settore, contemplati da una legge del 1998. Depositata giovedì un'interrogazione parlamentare sulla questione, a firma dell'onorevole Michele Mognato di Liberi e Uguali.

Pescatori in difficoltà con circolare Inail: "Pronta mobilitazione"

"Aiuti impropri"

"Quello che è più grave - ha spiegato martedì Gottardo - è che questa volta l'Ue non si è pronunciata in merito, il dispositivo è partito direttamente dall'Istituto nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro. Il governo deve intervenire - secondo il portavoce Legacoop - non possiamo aspettare le elezioni e per difendere i nostri siamo disposti a piombare con le barche in laguna nel bel mezzo del Carnevale".

Interrogazione LeU

Sulla questione il parlamentare veneziano, Michele Mognato di LeU, giovedì ha depositato un'interrogazione parlamentare a risposta scritta, "Al ministro delle Politiche Agricole, Maurizio Martina, e al ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, sulla sospensione degli sgravi nei confronti delle imprese dedite alla pesca costiera e alla pesca in acque interne e lagunari. Se confermata - afferma - rischia di compromettere la tenuta del sistema delle imprese e delle cooperative di pesca, con serie ripercussioni sulla tenuta dei livelli occupazionali - aggiungendo - la filiera della pesca è uno dei segmenti di riferimento del sistema agroalimentare italiano, che rappresenta uno dei più importanti asset economici del paese. È necessario assicurare immediatamente la continuità del regime di sgravi in essere, nel rispetto della norma comunitaria".

Misure concrete

Nell'interrogazione LeU viene chiesto ai ministeri di indicare "quali iniziative intendano assumere, nell’ambito delle loro prerogative e competenze, per assicurare la continuità del regime di sgravi contributivi attualmente in essere, anche mediante l’adozione di provvedimenti di urgenza e per definire una soluzione strutturale e definitiva per le imprese e per i lavoratori della pesca - cercando - una soluzione per assicurare stabilmente un regime contributivo in grado di assicurare reddito alle imprese e agli occupati del settore".

Il 6 febbario prossimo è previsto un incontro del settore a Roma con il ministro Martina, e con Poletti. "Di noi si sono interessati anche l'onorevole del Pd, Sara Moretto, e il sottosegretario all'Economia, Pier Paolo Baretta - ha detto il responsabile Legacoop Veneto - questo fa piacere. Sono fiducioso circa la capacità di noi veneti di salvare l'ittica".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I pescatori in battaglia: "Pronti a irrompere a Carnevale". Depositata interrogazione LeU

VeneziaToday è in caricamento