menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sequestrate 5 tonnellate di vongole: i pescatori le nascondevano in una barca al largo

Operazione dei finanzieri a Chioggia nella notte tra martedì e mercoledì

Il frutto delle battute di pesca illegali veniva stoccato provvisoriamente in una barca senza equipaggio ormeggiata al largo di Chioggia, in zone di basso fondale, all’interno di una concessione di un vivaio di molluschi: in questo modo i pescatori irregolari, quando sapevano che c'erano dei controlli in corso, riuscivano a eluderli, rientrando a riva con le barche vuote.

Un sistema già conosciuto dalla guardia di finanza, che aveva scoperto un analogo "magazzino galleggiante" un paio di settimane fa e che, nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, ha effettuato un nuovo sequestro: le pattuglie hanno tenuto d'occhio i pescatori, che si muovevano con barche munite di potenti motori fuoribordo, e li hanno osservati mentre trasferivano le vongole appena raccolte. A quel punto i finanzieri sono intervenuti, trovando e sequestrando cinque tonnellate di vongole ancora in vita. Il proprietario della motobarca, ritenuto responsabile in solido dell’attività illecita, è stato multato per 2mila euro.

Altra multa, nella serata del 6 gennaio, è toccata a due pescatori sorpresi a effettuare pesca a strascico in luogo non consentito, entro le 3 miglia dalla costa, nei pressi di Porto Tolle (Rovigo).

Guardia di finanza, sequestro di vongole-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento