Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Burano / Canale di Mazzorbo

Pescatore abusivo si schianta in laguna: prima salvato e poi denunciato

Un 36enne di Burano è caduto in acqua ed è rimasto appeso a una bricola vicino al canale di Mazzorbo. Le Fiamme Gialle lo hanno issato sul motoscafo, ma non si sono fatte impietosire

Deve ringraziare lo stesso finanziere che prima lo ha salvato e poi lo ha denunciato. Se l'è vista brutta un 36enne di Burano che stamattina si è schiantato con la sua barca contro le bricole che delimitano il canale di Mazzorbo, rimanendo poi aggrappato a una di queste in mezzo alla laguna.

 

Quando il motoscafo delle Fiamme Gialle lo ha raggiunto, un agente si è tuffato in acqua e lo ha issato a bordo. L'uomo era in stato di ipotermia e ferito all'orecchio destro. L'intervento della Finanza è stato provvidenziale. Nonostante le cattive condizioni di salute, il 36enne verrà denunciato per pesca abusiva.

 

A bordo della sua imbarcazione, trovata alla deriva con evidenti danni a prua e sulla fiancata, è stata rinvenuta infatti la classica attrezzatura per la pesca delle vongole e 120 chilogrammi di pescato. Il motore era ancora caldo. Ciò ha fatto pensare che l'incidente fosse successo da poco. Il pescatore si trovava a cinquanta metri di distanza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescatore abusivo si schianta in laguna: prima salvato e poi denunciato

VeneziaToday è in caricamento