rotate-mobile
Cronaca Pellestrina

Un quintale e mezzo di vongole di mare in acque vietate: maxi multa per un pescatore

Multato il comandante di un'imbarcazione per 4.500 euro. Diverse le violazioni contestate

Una motopesca con sette lunghe corde calate in acqua, alle cui estremità erano state legate ceste traforate contenenti vongole di mare. È quanto hanno notato i carabinieri nei giorni scorsi nel corso di un servizio di polizia marittima lungo il canale di Pellestrina. 

Le ceste contenevano un quintale e mezzo di vongole di mare, del valore commerciale stimato in 750 euro. Abbastanza per far scattare una serie di sanzioni. Il comandante dell'imbarcazione, infatti, è stato multato per complessivi 4.500 euro circa per diverse violazioni: pesca di vongole di mare in quantitativo eccedente la quota massima stabilita dal consorzio di Venezia-Chioggia; immersione in acque lagunari di molluschi provenienti da acque marittime e pescati in eccedenza; mancanza di documento di registrazione dei prodotti ittici. Le vongole sono state reimmesse in mare per il ripristino del ciclo vitale.

Clicca qui per iscriverti al canale WhatsApp di VeneziaToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un quintale e mezzo di vongole di mare in acque vietate: maxi multa per un pescatore

VeneziaToday è in caricamento