menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Vedetta della capitaneria di porto veneziana

Vedetta della capitaneria di porto veneziana

Pescatori pizzicati a Chioggia con reti illegali a bordo, multa da 4mila euro

La guardia costiera ha trovato attrezzi con maglie da 10 mm invece che 40 come prevede la legge. La Capitaneria di porto: "Riuscivano a pescare pesci piccoli e giovani devastando la fauna del mare"

Ennesimo controllo ed ennesima multa di migliaia di euro a pescatori sconsiderati. La motovedetta della guardia costiera di Chioggia, durante un attività di controllo pesca nel litorale, ha sorpreso una barca da pesca con una rete con maglie inferiori a quelle previste dalla normativa nazionale a bordo.

La misurazione da parte degli agenti è stata effettuata con strumentazione elettronica e dallo scontrino stampato è risultato che la rete da pesca risultava avente una maglia di 10 millimetri anziché i previsti 40. Al comandante dell’unità è stata contestata una sanzione amministrativa per pesca con attrezzi non consentiti da 4mila euro e il sequestro della rete, che verrà poi successivamente confiscata e distrutta.

"L'illecito rilevato - spiega la Capitaneria di porto - è particolarmente grave in quanto l’utilizzo di reti con maglie sottomisura consente anche la cattura di specie ittiche allo stadio giovanile e contribuisce all'impoverimento delle risorse, rendendo così vano anche il periodo di fermo pesca previsto proprio per il ripopolamento della fauna. Proprio in un periodo di crisi del settore tali controlli sono svolti con particolare costanza da parte della guardia costiera al fine di tutelare l’ecosistema e tutti quei pescatori che operano nel rispetto della normativa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento