rotate-mobile
Cronaca

Pesce sospetto dall'Asia, la Guardia Costiera ne sequestra 30 tonnellate

Perquisizioni della Capitaneria di Porto di Venezia in uno stabilimento di Vicenza: prodotti da controllare prima che finiscano sui banchi lagunari. Mancavano etichette di provenienza e conservazione

Uno stock di 30 tonnellate di pesce congelato importato dal Bangladesh è stato sequestrato cautelativamente dalla Guardia Costiera di Venezia e Ravenna in uno stabilimento di grossa distribuzione di Vicenza. Il provvedimento si è reso necessario per consentire alle autorità sanitarie competenti di accertamenti se il pesce risponda o meno ai requisiti di legge previsti dalle normative italiane.

Il problema in questa caso era rappresentato dal non corretta etichettatura del pesce, che non cosentiva di risalire alla specie e quindi all'origine del prodotto. Nei confronti dei responsabili del deposito la Guardia Costiera ha emesso delle sanzioni amministrative.

(Ansa)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesce sospetto dall'Asia, la Guardia Costiera ne sequestra 30 tonnellate

VeneziaToday è in caricamento