menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sottocosta coi ramponi, stangata da 8mila euro a due pescherecci

Sono stati sorpresi di notte, a un miglio e mezzo dal litorale di Jesolo, dove la pesca di questo genere è illegale. L'attrezzatura è stata sequestrata

Altri due pescherecci finiscono nella rete dei controlli per pesca abusiva. Le due imbarcazioni, provenienti da Chioggia, sono state sorprese dalla guardia di finanza di Caorle nel corso di un servizio di pattugliamento notturno, mentre operavano a un miglio e mezzo dal litorale di Jesolo. Ovvero, al di sotto del limite di tre miglia imposte per legge per la pesca a strascico.

I finanzieri hanno inoltre accertato che i due pescherecci utilizzavano i cosiddetti ramponi in ferro, che arano il fondale marino danneggiandolo gravemente. Il loro utilizzo è vietato a meno di tre miglia dalla costa proprio per non compromettere il ripopolamento delle specie ittiche. I comandanti sono stati multati con una sanzione di 4mila euro ciascuno, mentre gli attrezzi da pesca sono stati sequestrati. Inoltre i trasgressori saranno segnalati all'autorità marittima per l'applicazione dei punti di penalità sulla licenza di pesca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento