menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli elicotteri della Finanza incastrano i pescatori di frodo dall'alto: sanzioni per 6

Multe fino a 12mila euro, le imbarcazioni sono state scoperte a pescare sottocosta e a strascico. Operazioni a Caorle e Pellestrina, ma anche nei pressi della foce del Po

Osservati dall'alto e poi multati: gli elicotteri del reparto operativo aeronavale della guardia di finanza di Venezia, impegnati in missioni di ricognizione all'alba, hanno sorpreso nei giorni scorsi sei pescherecci in attività di cattura ad una distanza dalla costa inferiore a quella consentita dalla legge. Tre di questi, appartenenti alla marineria di Chioggia, stavano pescando a strascico nelle acque antistanti le foci del Po; altre tre imbarcazioni del tipo “vongolare”, delle marineria di Caorle e Venezia, utilizzate per la pesca dei molluschi bivalvi, sono state avvistate in azione con le draghe idrauliche a ridosso delle coste di Caorle e Pellestrina.

La sanzione amministrativa prevista per questo tipo di trasgressione va da un minimo di 2mila ad un massimo di 12mila euro. Ai comandanti dei pescherecci, inoltre, sarà applicata la sanzione accessoria prevista dal sistema a punti, che prevede una decurtazione di sei punti sulla relativa licenza di pesca. La guardia di finanza ricorda che il mancato rispetto delle norme che regolano le attività di pesca danneggia gravemente l’ecosistema e provoca seri danni alla riproduzione e conservazione della fauna marina e del suo habitat.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riaperture, Zaia non esclude novità dopo il "tagliando" del Governo del 20 aprile

  • Cronaca

    Avm, per la commissione di garanzia la disdetta normativa è corretta

  • Cronaca

    Msc conferma due navi da crociera a Venezia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento