rotate-mobile
Cronaca Marghera

Pescano vongole a Porto Marghera: sequestrati peschereccio e pescato

Tre pescatori di Pellestrina sono stati sorpresi dalla sezione navale della guardia di finanza in acque "illegali" della zona industriale, utilizzando il vibrante (vietato) e a luci spente

La sezione navale della guardia di finanza di Venezia ha sequestrato un motopeschereccio e 300 chili di vongole, pescate abusivamente nella zona industriale di Porto Marghera/Fusina. Le fiamme gialle, questa notte, nel corso di un servizio di controllo della laguna, hanno intercettato nel canale Cunetta, un peschereccio a luci spente con a bordo tre pescatori di Pellestrina intenti a pescare vongole, utilizzando l'attrezzo vibrante.

Sul natante i finanzieri hanno trovato 12 ceste di vongole, per complessivi 300 chili, pescate con l'attrezzo vietato e in acque precluse per motivi igienico-sanitari. Sono state così sequestrate l'imbarcazione, abilitata a svolgere l'attività di pesca delle vongole esclusivamente di giorno e nelle acque lagunari assegnate in concessione, le attrezzature e il pescato.


I tre pescatori sono stati denunciati per danneggiamento ambientale e pesca in acque vietate, a luci spente. Dall'inizio dell'anno la sezione Navale di Venezia ha sequestrato 2mila 670 chili di vongole pescate abusivamente, 3 imbarcazioni e 11 attrezzi, e ha inoltre denunciato 25 persone, di cui 12 per violazioni penali. (ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescano vongole a Porto Marghera: sequestrati peschereccio e pescato

VeneziaToday è in caricamento