menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Moria in laguna (foto Stefano Barzizza)

Moria in laguna (foto Stefano Barzizza)

Quintali di pesce morto in laguna La Procura vuole vederci chiaro

Il pubblico ministero Gava ha aperto un fascicolo sul fenomeno che sta allarmando la popolazione. Raccolti campioni d'acqua da analizzare

I quintali di pesce morto dalla laguna finiscono in Procura. Il pubblico ministero Giorgio Gava, come riportano i quotidiani locali, ha aperto un fascicolo d'inchiesta sul fenomano che in questi giorni sta allarmando i veneziani. Uno spettacolo via via sempre più macabro. Solo lunedì, infatti, sono state raccolte dieci tonnellate di esemplari galleggianti a pelo d'acqua senza più vita. Go, paganelli, ma anche specie ben più resistenti. Il pubblico ministero quindi intende far luce sul fenomeno e ha incaricato alcuni agenti del Corpo forestale dello Stato di raccogliere alcuni campioni di pesce e di acqua che verranno poi analizzati.

L'ARPAV ACCUSA LE ALGHE E IL GRAN CALDO

Non è chiaro chi effettuerà le rilevazioni. Forse l'Ulss 12, i cui rappresentanti lunedì hanno partecipato a una riunione a Ca' Farsetti con tutti gli altri soggetti in campo. Ne è scaturita una (ovvia) ordinanza di divieto di raccolta del pesce morto. Intanto è arrivata la posizione ufficiale dell'Arpav, che mette nel mirino l'andamento metereologico inusuale degli ultimi mesi. Sarebbero state le lunghe piogge che poi hanno lasciato spazio al caldo intenso a determinare la proliferazione delle alghe, colpevoli di rubare l'ossigeno ai pesci. Dopodiché lo stop al loro sviluppo, andando in putrefazione.

Secondo l'agenzia ambientale "il fenomeno ha avuto conseguenze negative - moria di pesci e cattivo odore - soprattutto nella zona compresa tra il centro storico e la gronda lagunare nell'area di Mestre-Marghera, in quanto caratterizzate da scarso ricambio idrico, bassi fondali (con forte riscaldamento dell'acqua) e importante apporto di nutrienti per le alghe (azoto e fosforo) che giungono in laguna attraverso i corsi d'acqua". Per l'Arpav "si tratta di un fenomeno naturale e circoscritto nella zona, mentre il resto della laguna presenta condizioni normali". Fondamentale, comunque, "la situazione di anomalia meteo climatica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Altino, le indagini di Ca' Foscari svelano un porto

  • Cronaca

    Buco nell'asfalto, strada chiusa a Torre di Mosto

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento