menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quattro zampe in Pediatria a Dolo: prima esperienza di pet therapy nel veneziano

È cominciato lunedì il progetto sperimentale, pensato per permettere ai pazienti più piccoli di avere una degenza allietata dagli animali. L'iniziativa si affianca a numerose altre proposte

Quattro zampe in Pediatria. Da lunedì, l'ospedale di Dolo, primo nella provincia veneziana, è partito con un progetto sperimentale totalmente innovativo di pet therapy, in collaborazione con l'associazione Teama di Padova.

"È innovativo - ha spiegato il primario di Pediatria Luca Vecchiato - in quanto mette insieme cani e gatti. Due animali che solitamente viaggiano separati, e che qui invece giocano un ruolo importante insieme, nel periodo di ricovero dei nostri piccoli pazienti". L'associazione padovana è da tempo impegnata nella diffusione della pratica della pet therapy, che prevede l'impiego di animali, appositamente educati e guidati da operatori certificati dal Centro di referenza nazionale.

L'iniziativa, completamente gratuita per l'Ulss 13, avrà una durata di cinque mesi con una cadenza settimanale di circa un'ora in cui, a fianco al gioco con gli animali, si propongono tutta una serie di attività di tipo creativo che abbinano come tema il mondo della natura e degli animali. "È un progetto - ha continuato il primario - che se riscuoterà successo, verrà ancora riproposto nel nostro reparto. E che si affianca ad altre importanti iniziative che da qualche anno proponiamo per dare sollievo alle famiglie e ai loro bambini in quanto capaci di ridurre lo stress e l'ansia che il ricovero tende a provocare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra le iniziative messe in campo nel reparto di Dolo, si ricordano anche la clown terapia, svolta da un gruppo di volontari che si vestono da clown ed intrattengono due volte alla settimana i bambini ricoverati; ogni quindici giorni, inoltre, i volontari della associazione veneziana Il Castello, sono a disposizione dei piccoli per leggere libri e inscenare alcuni divertenti spettacoli. Infine, ci sono i rugbisti di Mirano che periodicamente vengono in reparto per raccontare della loro attività, regalando la colazione ai bambini e invitandoli alle loro partite gratuitamente.

I primi animali ad entrare in Pediatria sono stati un gatto europeo di nome Rossana e una cagnolina chihuahua misto pincher di nome Minù, entrambe di cinque anni. L'incontro si è svolto, e continuerà nelle settimane successive, all'interno della sala giochi del reparto di Pediatria di Dolo. Lo spazio assegnato sarà ogni volta disinfettato e lasciato in buone condizioni. "L'efficacia della pet therapy è ormai conclamata - ha commentato il direttore generale della Ulss 13 Giuseppe Dal Ben - ma richiede una organizzazione particolare, che spesso ne frena l'applicazione. Sono particolarmente soddisfatto del risultato raggiunto, perché la voglia di fare bene ha superato quegli ostacoli di cui parlavo prima. I nostri piccoli pazienti ne avranno sicuramente beneficio".

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento