Lancio di petardi e fuochi pirotecnici: due denunce

Esplosi all'esterno dell'area delimitata, in piazza San Marco verso la mezzanotte

Polizia di Stato, archivio

Due gli episodi nella notte in cui i protagonisti, cittadini stranieri, hanno ritenuto di festeggiare il Capodanno esplodendo alcuni petardi e piccoli fuochi d’artificio in centro storico a Venezia, all'esterno dell'area delimitata, in piazza San Marco verso la mezzanotte. Il personale di vigilanza in borghese diffuso tra la gente è intervenuto bloccando le persone che saranno denunciate.

La macchina della sicurezza al lavoro a Capodanno

Le forze dell’ordine hanno effettuato numerose attività di sicurezza nella notte fra il 31 e il primo dell'anno. Soddisfazione è stata espressa dal questore Maurizio Masciopinto alle donne e agli uomini della polizia per aver garantito a migliaia di visitatori e ai cittadini veneziani un fine d’anno e un inizio del nuovo in piena tranquillità. Imponente la macchina della sicurezza messa in campo a Venezia dalla questura lagunare per la tutela dei cittadini e dei numerosi turisti che si sono recati nell’area di piazza San Marco per festeggiare la mezzanotte. Oltre 100 gli uomini messi a disposizione dal dipartimento della pubblica sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Coronavirus, i dati aggiornati

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: aggiornamenti

  • Coronavirus, inizia la settimana più lunga: gli aggiornamenti

  • L'ordinanza del ministero della Salute e del presidente della Regione Veneto

  • Hanno partecipato al Carnevale di Venezia: scatta la quarantena nel Salernitano

Torna su
VeneziaToday è in caricamento