menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fincantieri accusa: "Gli operai in sciopero non fanno entrare gli altri"

In una nota diffusa dall'azienda si spiega che nello stabilimento di Marghera si pratica il "picchettaggio": "Così si viola sistematicamente il diritto al lavoro"

Pratica del picchettaggio e "violazione sistematica del diritto al lavoro": sono le pesanti accuse rivolte da Fincantieri ad alcuni degli operai impiegati nello stabilimento di Marghera, impegnati nelle ultime settimane in una serie di iniziative di protesta contro le politiche aziendali. "Vogliamo portare a conoscenza dell'opinione pubblica che a Marghera viene tutelato il picchettaggio - si spiega nel documento aziendale - cioè l'atto vietato dalla legge di impedire ai lavoratori di varcare la soglia del luogo di lavoro, mentre viene sistematicamente violato il diritto al lavoro, garantito dalla Costituzione".

Fincantieri sottolinea poi che a nulla sono valse le richieste dell'azienda di garantire, attraverso la presenza di forze dell'ordine, l'esercizio del diritto al lavoro "per centinaia di persone che non intendono aderire agli scioperi indetti". Secondo l' azienda "in questo modo coloro che sono chiamati a tutelare l'ordine pubblico di fatto assurgono a tutori del disordine. In particolare - si aggiunge - dobbiamo denunciare un fatto molto grave accaduto questa mattina (giovedì, n.d.r.): un nostro dipendente che ha cercato di varcare a piedi l'ingresso è stato prima ostacolato fisicamente e poi spintonato a più riprese da alcuni componenti del picchetto, che gli hanno impedito l'accesso al cantiere costringendolo così a rimanere all' esterno del perimetro aziendale".

A fronte di questo comportamento "non ci resta che consegnare alla magistratura - viene annunciato - tutte le richieste di intervento preventivamente inoltrate alla Digos affinché verifichi l' eventuale sussistenza di condotte omissive da parte dei soggetti deputati per legge ad intervenire". "Inoltre, se in futuro dovesse permanere questo atteggiamento che, ripetiamo, tutela il diritto di sciopero e non quello del diritto al lavoro - conclude il documento - non ci resterà che consegnare le chiavi dello stabilimento ai complici del ' tanto peggio, tanto meglio'".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
  • Attualità

    L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento