Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca San Donà di Piave / Via Francesco Petrarca

Diventa una belva: picchia e tenta di rapinare la ex a San Donà

Un 29enne di nazionalità romena è stato arrestato martedì dopo aver mandato all'ospedale l'ex compagna. Voleva riprendersi le sue cose

La violenza è scoppiata cieca nei confronti della sua ex compagna. Tanto da inseguirla, buttare giù la porta d'ingresso del suo appartamento a spallate e a calci e picchiarla. Una 27enne di nazionalità romena, residente in un condominio di via Petrarca, se l'è vista brutta martedì pomeriggio. Quell'uomo un tempo amato si era trasformato in un violento. Senza controllo. L'uomo, 29enne, connazionale della donna, residente da  poco tempo a Torre di Mosto, era tornato nell'abitazione in cui aveva vissuto per nove anni della sua vita. Voleva riprendersi alcuni effetti personali. C'era un problema, però: il garage in cui voleva introdursi era chiuso.

Per questo ha iniziato a scardinarne la serratura. La padrona di casa, naturalmente, dopo essersi accorta di quei rumori sospetti e aver visto l'ex compagno armeggiare sul portellone del garage, ha intimato di smetterla. Altrimenti avrebbe chiamato i carabinieri. Per tutta risposta il 29enne è diventato una furia. La giovane capendo quello che stava per accadere è corsa a rintanarsi nel proprio appartamento, inseguita dall'uomo. Una volta di fronte all'ingresso l'aggressore ha scassinato la serratura a suon di calci e spallate, per poi concentrarsi sulla ex. Picchiandola. E poi tentando di rapinarla del cellulare (forse perché non venissero chiamate le forze dell'ordine) davanti agli occhi terrorizzati della coinquilina. Infine la fuga con due borse contenenti 300 euro rubate nella camera da letto. L'imbianchino è stato individuato poco più tardi a Noventa di Piave, dalla stessa pattuglia dei carabinieri intervenuta sul posto, mentre stava lavorando in un'abitazione. A poca distanza il Fiat Doblò all'interno del quale c'erano le due borse appena rubate a San Donà.

Inevitabili le manette per S.B., arrestato per il reato di tentata rapina, furto in abitazione e lesioni personali volontarie (la donna ha riportato ferite guaribili in cinque giorni). Mercoledì mattina il giudice, nelle aule del Tribunale di Mestre, ha convalidato l’arresto fissando l’udienza dibattimentale per l’11 novembre prossimo, disponendo la misura cautelare del divieto di dimora nel comune di San Donà di Piave.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diventa una belva: picchia e tenta di rapinare la ex a San Donà

VeneziaToday è in caricamento