rotate-mobile
Cronaca

Piergiorgio Baita arrestato: in manette l'ad di Mantovani per frode fiscale

L'operazione della guardia di finanza di Venezia ha portato in carcere anche altre quattro persone per un giro di mazzette sugli appalti in project financing di alcune grandi opere

Il nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Venezia ha arrestato Piergiorgio Baita, ad della società Mantovani, impresa di costruzioni tra le più importanti del nordest. L'arresto è avvenuto nell'ambito di un'inchiesta della magistratura veneziana su tangenti. La Mantovani è un'impresa di costruzioni tra le più note del nord Italia presente nelle principali opere come il passante di Mestre e il Mose di Venezia.

Sono complessivamente cinque le persone arrestate nell'ambito dell'inchiesta della magistratura. Secondo quanto si è appreso, sono una ventina le persone indagate dai finanzieri che stanno eseguendo 45 perquisizioni tra le province di Padova, Venezia, Bologna e Lecco. L'indagine è una propaggine dell'operazione "Aria nuova" che ha portato nel 2011 all'arresto di varie persone tra cui, per corruzione, l'ex ad dell'autostrada Venezia-Padova, Lino Brentan, per aver assegnato lavori a trattativa diretta aggirando le normali procedure d'appalto.

Le persone finite nel mirino delle fiamme gialle sarebbero accusati di aver accantonato soldi attraverso gli appalti per le grandi opere del territorio attribuite in project financing. Il denaro poi sarebbe stato trasferito in conti correnti esteri. Sequestri bancari sarebbero stati attuati in una banca di San Marino. (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piergiorgio Baita arrestato: in manette l'ad di Mantovani per frode fiscale

VeneziaToday è in caricamento