rotate-mobile
Cronaca

Primo giorno di scuola "bagnato", preallarme della protezione civile

Mercoledì previste cospicue piogge per tutta la giornata. Il giorno seguente poi tornerà il sole, ma l'estate è agli sgoccioli. Possibilità di rovesci o temporali localmente anche molto intensi

Il Centro funzionale della protezione civile veneta ha dichiarato, lo "Stato di attenzione" per numerosi bacini a rischio idrogeologico. Si tratta dei bacini Vene-A (Bl-Alto Piave), Vene-B (Vi-Bl-Tv Alto Brenta-Bacchiglione), Vene-C (Vr-Vi Adige-Garda e monti Lessini), Vene-D (Ro-Vr-Pd-Ve Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige), Vene-G (VE-TV Livenza, Lemene e Tagliamento).

Dichiarato inoltre lo "Stato di Preallarme" per i bacini Vene-E (Pd-Vi-Vr-Ve-Tv Basso Brenta-Bacchiglione) e Vene-F (Ve-Tv-Pd Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna), dalle ore 8 di mercoledì 12 settembre alle ore 8 di giovedì 13 settembre prossimi. Il possibile verificarsi di rovesci o temporali localmente anche intensi e le precipitazioni localmente anche abbondanti, potrebbero creare disagi al sistema fognario e lungo la rete idrografica minore.


Dalle ore 8 di mercoledì 12 settembre sarà attivato il servizio di presidio H24 della sala operativa del Centro funzionale decentrato. E' in avvicinamento un sistema perturbato da Nord-Ovest, che tende a interessare la regione dal mattino di mercoledì, a partire dalle zone montane/pedemontane, per poi transitare velocemente verso Sud-Est interessando il resto del territorio nel corso del pomeriggio/sera. Da giovedì ripresa dell'alta pressione con tempo di nuovo in prevalenza stabile. (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo giorno di scuola "bagnato", preallarme della protezione civile

VeneziaToday è in caricamento