menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Primo giorno di scuola "bagnato", preallarme della protezione civile

Mercoledì previste cospicue piogge per tutta la giornata. Il giorno seguente poi tornerà il sole, ma l'estate è agli sgoccioli. Possibilità di rovesci o temporali localmente anche molto intensi

Il Centro funzionale della protezione civile veneta ha dichiarato, lo "Stato di attenzione" per numerosi bacini a rischio idrogeologico. Si tratta dei bacini Vene-A (Bl-Alto Piave), Vene-B (Vi-Bl-Tv Alto Brenta-Bacchiglione), Vene-C (Vr-Vi Adige-Garda e monti Lessini), Vene-D (Ro-Vr-Pd-Ve Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige), Vene-G (VE-TV Livenza, Lemene e Tagliamento).

Dichiarato inoltre lo "Stato di Preallarme" per i bacini Vene-E (Pd-Vi-Vr-Ve-Tv Basso Brenta-Bacchiglione) e Vene-F (Ve-Tv-Pd Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna), dalle ore 8 di mercoledì 12 settembre alle ore 8 di giovedì 13 settembre prossimi. Il possibile verificarsi di rovesci o temporali localmente anche intensi e le precipitazioni localmente anche abbondanti, potrebbero creare disagi al sistema fognario e lungo la rete idrografica minore.


Dalle ore 8 di mercoledì 12 settembre sarà attivato il servizio di presidio H24 della sala operativa del Centro funzionale decentrato. E' in avvicinamento un sistema perturbato da Nord-Ovest, che tende a interessare la regione dal mattino di mercoledì, a partire dalle zone montane/pedemontane, per poi transitare velocemente verso Sud-Est interessando il resto del territorio nel corso del pomeriggio/sera. Da giovedì ripresa dell'alta pressione con tempo di nuovo in prevalenza stabile. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento