rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca

La pioggia dà sollievo ai campi. Ma servono interventi strutturali

Prime precipitazioni della stagione, dopo un lungo periodo di siccità. Coldiretti propone la realizzazione di laghi per accumulare l'acqua

Finalmente, dopo 111 giorni senza precipitazioni, la pioggia di queste ore dà sollievo alle campagne. A trarne beneficio, come riferisce Coldiretti, sono le semine primaverili (mais e soia, necessari all’alimentazione degli animali) ma anche il grano seminato in autunno, così come gli ortaggi e la frutta: in totale il 30% della produzione agricola. È chiaro che, se dovesse essere un fenomeno isolato, non sarebbe sufficiente: per aiutare davvero le coltivazioni, la pioggia deve durare a lungo, cadere in maniera costante e non troppo intensa.

Nel frattempo le campagne devono fare i conti anche con il fenomeno dell’innalzamento dei livelli del mare, che comporta l’infiltrazione di acqua salata lungo i corsi dei fiumi, rendendo inutilizzabili le risorse idriche. Uno scenario che preoccupa in particolare nelle valli di Chioggia, nelle isole della laguna e in alcune zone di Cavallino Treporti, come Lio Piccolo.

«I cambiamenti climatici, caratterizzati dall’alternarsi di precipitazioni violente a lunghi periodi di assenza di acqua, ci impongono degli interventi strutturali - spiega Andrea Colla, presidente di Coldiretti Venezia -. Per risparmiare l’acqua, aumentare la capacità di irrigazione e incrementare la disponibilità di cibo per le famiglie, abbiamo proposto un progetto di livello nazionale: la realizzazione di una rete di bacini di accumulo con basso impatto paesaggistico e diffusi sul territorio, privilegiando il completamento e il recupero di strutture già presenti». L’idea è di realizzare, senza uso di cemento, dei laghetti da impiegare come riserve di acqua da destinare ai cittadini, all’industria e all’agricoltura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La pioggia dà sollievo ai campi. Ma servono interventi strutturali

VeneziaToday è in caricamento