Truffe online per centinaia di migliaia di euro: 78 denunciati

Le indagini sono partite dalla denuncia di un abitante di Murano ai carabinieri. Ricostruito un giro di almeno 500 casi di phishing sull'asse Italia-Romania

L'email, fasulla, riportava il logo dell'istituto di credito e la richiesta di fornire alcuni dati sensibili, come numero di carta e password di accesso al servizio di home banking, per "ragioni di natura tecnica". Vittima di phishing è stato un cittadino di Murano, che ha sporto denuncia ai carabinieri locali dopo essersi accorto di un ammanco di 600 euro dal proprio conto. Al termine delle indagini, i carabinieri hanno ricostruito almeno 500 casi di truffa e denunciato 78 persone. 

Le indagini

Le indagini dei militari dell'Arma hanno permesso di risalire ai movimenti del denaro, transitato sulle postepay di cittadini ignari, prima di finire sul conto di un uomo di origine romena ed essere prelevato in contanti. Questo rimabalzo di conto in conto è stato l'escamotage architettato per cercare di far perdere le tracce del denaro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Denunciate 78 persone

Con le prime risultanze i militari hanno avviato gli accertamenti del caso, che hanno permesso di scoprire centinaia di casi di truffa in tutto il territorio nazionale con il noto sistema del "cavallo di troia": i truffatori carpivano con l'inganno le credenziali di titolari di postepay o conti correnti, poi facevano transitare somme di denaro attraverso molte carte, per farne perdere traccia, prima di entrarne in possesso e prelevarlo, solitamente in Romania. Al termine delle indagini, i carabinieri sono risaliti a 78 persone, tutte denunciate, per lo più di nazionalità romena e residenti in Italia; i casi registrati sarebbero almeno 500, per un truffa che avrebbe fruttato alcune centinaia di migliaia di euro ai malfattori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Stivale sul parapetto di Scala Contarini del Bovolo: polemica sul post della Ferragni

  • Fiori d'arancio in casa Panatta: Adriano sposa la sua Anna a Venezia

  • Camerieri pestano un collega in pizzeria, poi gli lanciano contro coltelli

  • Incidente tra mezzi pesanti in A4, due persone ferite

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento