Cronaca

Pista ciclabile a Venezia? Ancora un lungo miraggio

Salta ancora la pista che doveva essere consegnata a fine maggio, ci sarebbero problemi con i sistemi di ancoraggio della pista stessa

Salta ancora la pista ciclabile, sul Ponte della Libertà, che doveva essere pronta a maggio. Come riporta il Gazzettino ci sono dei problemi tecnici per gli ancoraggi nel tratto verso piazzale Roma. Senza pista quindi i veneziani e in arrivo, presumibilmente, da luglio anche il tram che correrà lungo la carreggiata. La pista ciclabile dovrebbe andare dall'inizio del ponte della Libertà fino a piazzale Roma e doveva essere pronta già un mese fa, insieme con il tram. L'attivazione di questo però è slittato di un paio di mesi, per la pista sembra che le cose si facciano più lunghe.

La Avm, la società del Comune che sta dirigendo la realizzazione dell'opera, avrebbe spiegato come ci sarebbero dei problemi con la conformazione del Ponte per gli ancoraggi delle "mensole" che sosterranno la pista sulla passerella esterna lunga 700 metri. Il problema deriverebbe dalla presenza di materiale diverso: calcestruzzo, calcinacci e terra. Ma rassicurano anche se ci sono queste problematiche, i costi di realizzazione dell'opera comunque non saliranno. La Soprintendenza poi aveva imposto precisi vincoli per non deturpare l'assetto architettonico del Ponte della Libertà ed entro luglio dovrebbe essere pronto un tratto di circa mezzo chilometro di passerella, lasciando i cento metri finali, quelli che stanno nel curvone di piazzale Roma verso il Tronchetto. I problemi comunque sono cominciati con la passerella esterna. 

L'altra questione problematica è quella di evitare le interferenza con il traffico, soprattutto quello scalo fluviale sottostante dice la Avm che comunque conta di completare il tratto entro la fine dell'estate con consegna della pista prima della fine di settembre. 

L'impresa, la "Boemio" di Napoli ha comunque lavorato al massimo, accogliendo tutte le varianti di un'opera ciclabile che è una specie di ponte. Ora in questa settimane saranno messe mensole e parapetti con un sistema di cuscinetti per far sì che si eviti il contatto tra le varie strutture di ferro. In teoria, ma qui ci vuole l'approvazione del sindaco e del futuro assessore di competenza, il primo tratto potrebbe già essere aperto il mese prossimo. 

I problemi potranno esserci comunque verso il tratto finale, verso piazzale Roma, con la strada occupata anche dal tram e in quello della zona dei Pili dove, ancora, di pista ciclabile nemmeno l'ombra. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pista ciclabile a Venezia? Ancora un lungo miraggio

VeneziaToday è in caricamento