menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto twitter "Chi l'ha visto?"

Foto twitter "Chi l'ha visto?"

"Abbiamo bisogno d'aiuto", i due polacchi scomparsi da Venezia trovati a Livorno

Decisive le segnalazioni a "Chi l'ha visto?". Lukasz Libera, 19 anni, ha contattato la trasmissione domenica nella tempesta. Il primo appello in Italia pubblicato dal nostro sito

Alla fine si sono decisi a chiedere aiuto, perché la natura domenica ha voluto mostrare tutta la propria potenza. E loro, forse per la prima volta, si sono sentiti davvero soli e bisognosi d'aiuto. Sono stati individuati Lukasz Pawel Libera e Agata Ewa Brandys, i due giovani polacchi di cui non si era saputo più nulla dal 30 settembre scorso, quando erano stati segnalati a Venezia. Diciottenne lei, diciannovenne lui, della coppia era stato diffuso prima un appello della polizia del loro paese, dopodiché i famigliari si sono messi in contatto con la redazione di "Chi l'ha visto?", il programma di Raitre che nella tarda mattinata di martedì ha annunciato il lieto fine delle ricerche. 

GUARDA L'ANNUNCIO DI "CHI L'HA VISTO?": "LI ABBIAMO TROVATI"

E' stato diffuso anche un toccante video in cui la giovane Agata viene abbracciata dal padre, dopo mesi di inesorabile girovagare. Il primo appello "italiano" è stato pubblicato da Veneziatoday (DETTAGLI), dopodiché l'eco della vicenda si è allargata a macchia d'olio. I due vengono visti dopo circa un mese depositare i propri bagagli nella stazione ferroviaria di Verona, ma il giorno stesso inviano un messaggio definito "allarmante" ai genitori. E' la prima loro traccia dopo tanto tempo, e ciò basta ai parenti. Che ora sanno che i 2 sono vivi. 

Passano altri giorni e stavolta le segnalazioni arrivano da Livorno: una donna li vede mentre acquistano degli oggetti in un negozio. "Sono loro, sono sicura - racconta - lei è molto carina. Era truccata. Erano curati e ben vestiti". Si arriva a domenica scorsa, quando la tragica tempesta che a Roma ha causato danni (e purtroppo anche 2 morti) induce Lukasz a contattare la redazione di "Chi l'ha visto?": "Can you help us?", scrive in un messaggio. Spiega di trovarsi a Rosignano, in una tenda. E' in spiaggia e la tempesta li sta mettendo in pericolo. 

Quando arriva la polizia, con un inviato della trasmissione di Raitre, c'è solo il ragazzo. Nella tenda una lettera. Le forze dell'ordine si mettono alla ricerca di Agata, che dopo circa mezz'ora viene individuata poco distante. I due protagonisti della vicenda si guardano e si abbracciano. Il giorno seguente giungono in Italia i genitori dei ragazzi. Si apre la porta della camera d'albergo dove Lukatz e Agata sono alloggiati e partono di nuovo gli abbracci. Lunghi e calorosi. Con la 18enne Agata che finalmente può gettarsi alle spalle tutte le difficoltà che ha vissuto durante questo inesorabile girovagare in Italia. Suo padre non dice una parola, lasciando che la propria figlia si nasconda tra le sue braccia.

Lukasz Libera è di Pszczyna, a mezz'ora di macchina da commissariato titolare delle indagini, a Katowice, il quale si è occupato anche della scomparsa di Agata Brandys. Lei è domiciliata a Pawlowice, poco distante da Pszczyna. Più che le forze dell'ordine polacche, però, per risolvere questo caso sono state fondamentali le segnalazioni dei telespettatori di "Chi l'ha visto?", che hanno preso a cuore le sorti della coppia di ragazzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Zaia: «Da venerdì c'è il rischio per il Veneto di passare in zona arancione»

  • Cronaca

    Il nuovo Dpcm: che cosa cambia fino a Pasqua

  • Politica

    Musei civici, giovedì riapre l'area marciana. Scontro in Commissione

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento