"Né nude, né mute", da Miss Italia la prima stoccata è per la Boldrini

A Jesolo martedì le miss delle prefinali si sono presentate in pantaloni della tuta e t-shirt con un messaggio per la presidente della Camera

Le miss con Patrizia Mirigliani ©Saggese

Fuori programma per le prefinaliste di Miss Italia che da martedì inizieranno a sfidarsi a colpi di bellezza. Anzi, il fuori programma non è stato certo per loro, ma per i fotografi e gli addetti ai lavori. Che questa edizione del concorso non avrebbe lesinato "carattere" e voglia di rispondere alle polemiche lo si era già capito.

VENEZIA TIFA PER LAVINIA ED ELENA

Stamattina la conferma: le miss, infatti, per la canonica foto di gruppo si sono presentate in pantaloni della tuta e t-shirt bianca con scritto: "Né nude, né mute", in evidente polemica con la presidente della Camera Laura Boldrini, che in passato aveva criticato il ruolo della donna anche in questo tipo di kermesse.

Dopodiché le ragazze hanno indossato il body d'ordinanza e hanno dato il "la" allo scatto ufficiale. "Io questo concorso me lo sono sudato - aveva dichiarato incontrando le miss Patrizia Mirigliani, anima della manifestazione - Cosa ci stiamo a fare noi a Jesolo in un periodo non certo canonico. Perché è successo qualcosa che non possiamo ignorare. Devo ringraziare i responsabili di La7 che hanno capito il valore di questo concorso. Per anni sono stata solo la figlia di Enzo Mirigliani, ma quest'anno Miss Italia me la sono veramente sudata".

L'ARRIVO DELLE MISS A MESTRE

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento