menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brugnaro torna all'attacco del sindaco di Barcellona: "Dà lezioni, ma stiamo vincendo noi"

Il primo cittadino, intervistato da una giornalista spagnola, non dimentica quel "non faremo la fine di Venezia" di Ada Colau: "I problemi qui ci sono, ma firmerei per averli sempre così"

"Mi sembra che a Barcellona si stia facendo qualche pensiero ulteriore rispetto alle posizioni troppo estremiste che si erano prese. Mi sembra che invece stiamo vincendo noi". Il sindaco Luigi Brugnaro, intervistato da una giornalista spagnola a margine dell'inaugurazione dell'Anno del turismo Ue-Cina a Palazzo Ducale, ha colto la palla al balzo per rinverdire un dibattito che si era aperto nei mesi scorsi con la prima cittadina della città catalana, Ada Colau: "Ci ha dato lezioni sui giornali - ha attaccato il titolare di Ca' Farsetti, che non ha dimenticato quel "non faremo la fine di Venezia" della Colau affermato nell'ambito di un'intervista al quotidiano La Repubblica - mi sembra che la strada del 'sappiamo e facciamo tutto noi' si sia dimostrata complicata e pericolosa".

"Metterei la firma per avere questi problemi"

Non che a Venezia i problemi non ci siano: "Come in tutte le grandi città anche qui ce ne sono - ha continuato il sindaco - ma io firmerei tutta la vita per avere questo tipo di problemi. Ce la stiamo facendo da soli, con le nostre risorse. Stiamo rilanciando le nostre industrie e, invece di impedire alle persone di venire, cerchiamo di assicurare un futuro alternativo per i nostri giovani".

"Idee di sviluppo diverse da Barcellona"

Secondo il sindaco tutto ciò che accade a Venezia inevitabilmente ha una risonanza mediatica superiore: "La nostra città dà risalto a qualsiasi azione, soprattutto se ha un carattere artistico - ha sottolineato - Ma non è detto che questo sia il sentimento generale della città. C'è sempre qualcuno che quando c'è da faticare si toglie e giudica, invece dovremmo salire tutti a bordo e remare nella stessa direzione. A Venezia hanno eletto un sindaco come me - ha concluso - la prima cittadina di Barcellona è in linea invece con chi protesta in laguna, solo che qui sono in minoranza. A Barcellona ci sono una maggioranza e un'idea di sviluppo diversi, si vedrà col tempo chi avrà ragione...".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento