rotate-mobile
Cronaca

"Pazze" previsioni dell'acqua alta: "Sono eventi estremi e anomali"

Il direttore del Centro maree Canestrelli ripercorre la serata in cui si è passati da un annuncio di 110 centimetri a 140, per poi registrarne 127: "E' stata una situazione molto variabile"

Continuano le polemiche dopo la "pazza" serata di mercoledì, quando le previsioni del Centro maree nel giro di qualche ora sono passate da un annuncio di picco di marea di 110 centimetri a uno di 130 centimetri, poi ulteriormente rivisto al rialzo fino a 140. Alla fine, a causa anche delle condizioni metereologiche "ballerine", si sono registrati alle 22.20 127 centimetri sul livello del mare, in fase di plenilunio. Di conseguenza il contributo metereologico al fenomeno è stato di circa 80 centimetri.


"La situazione generale, con perturbazioni molto estese e molto intense e di rilevante variabilità (soprattutto per quanto riguarda i tempi di arrivo) - spiega il  direttore del Centro maree Paolo Canestrelli, - A fronte di eventi estremi e talora con aspetti anomali, come quelli di questi giorni, monitoriamo continuamente la situazione. Le previsioni con l'approssimarsi del fenomeno sono sempre più precise: di conseguenza, da parte dei cittadini, c'è la necessità di seguire le modifiche sui vari mezzi a disposizione"

Secondo l'istituto l'iniziale previsione di 130 centimetri, divulgata ancora nel primo pomeriggio di martedì, è stata confermata ieri alle 13. A metà pomeriggio, in considerazione di un nuovo miglioramento meteo e della bassa intensità del vento, la previsione è stata aggiornata al ribasso (110-115 cm); l’improvviso rialzo delle acque marine – soprattutto sulla spinta dell’uragano su medio e basso Adriatico – ha portato a ripristinare la previsione di 130 centimetri alle 20, quando sono state azionate anche le sirene di allertamento con il segnale sonoro di terzo livello. Alle 21.30 alla diga sud di Lido la marea ha raggiunto i 138 centimetri: in previsione dell’ingresso in laguna di questa massa d’acqua, (alla Salute in quel momento il livello era di 119 centimetri) la previsione è stata nuovamente ritoccata al rialzo (140 centimetri) con il segnale sonoro di quarto livello. La spinta dello scirocco in mare si è però subito dopo attenuata e di conseguenza in laguna l’aumento del livello è stato contenuto, fino appunto alla quota di 127 centimetri.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pazze" previsioni dell'acqua alta: "Sono eventi estremi e anomali"

VeneziaToday è in caricamento