Polfer senza spray urticante e fascette, Armelao: «Stanchi di lavorare così»

Il segretario provinciale di Fsp sottolinea come anche gli agenti della polizia ferroviaria dovrebbero essere muniti di dotazioni adeguate per lavorare con maggior sicurezza

«Hanno statistiche degne di un commissariato distaccato, garantiscono la sicurezza dei cittadini nell’area delle stazioni ferroviarie e a bordo dei convogli, ma sono ancora sprovvisti dei cinturoni della divisa operativa e non hanno nemmeno lo spray urticante e le fascette». È Mauro Armelao, segretario provinciale di Fsp Polizia di Stato, a lanciare l'allarme sulle condizioni di lavoro del personale della Polfer di Mestre, Venezia e Portogruaro, che non disporrebbe delle dotazioni adeguate per lavorare in sicurezza, specie nelle circostanze più rischiose e delicate.

Mancano cinturoni e spray

«Siamo quasi alla fine del 2019 e mancano ancora i cinturoni della divisa operativa, - spiega Armelao - ma quel che è peggio è che gli operatori della Polfer sono completamente sprovvisti anche dello spray urticante utile in caso di aggressioni, sempre più quotidiane, da utilizzare in ambienti aperti. Senza considerare la pistola elettrica taser, gli uomini della Polfer sono anche sprovvisti delle fascette in velcro, pur avendo fatto i corsi per utilizzarle, molto utili per immobilizzare persone violente e aggressive. Durante questi mesi estivi ci sono stati diversi episodi a Mestre che hanno visto i colleghi intervenire a mani nude e solo grazie all’esperienza e alla professionalità sono riusciti a non farsi male per calmare persone esagitate e violente».

«Strumenti di lavoro indispensabili»

Armelao sottolinea come sia indispensabile che anche le specialità, nel caso specifico la Polfer, siano dotate di strumenti di lavoro e di difesa indispensabili per scongiurare il pericolo di farsi male ed evitare il corpo a corpo, con tutte le conseguenze che ciò può comportare. «Su queste questioni - conclude - saremo pronti a dar battaglia affinché anche il personale della Polfer sia messo nelle condizioni di poter lavorare in sicurezza duranti i turni di lavoro, intanto con gli strumenti in nostro possesso, specialmente nelle ore serali e notturne, a causa della presenza di sbandati senza meta». Punta il dito infine contro i pantaloni della divisa Armelao: «Alla stradale consegnati pantaloni del 1987 la settimana scorsa. Questa è l’etichetta interna. Sono stati consegnati dal nostro magazzino al personale della polizia stradale di Mestre. Hanno almeno 30 anni»: (foto Fsp Polizia di Stato).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pantaloni Polizia Stradale del 1987 a Venezia-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Frontale fra una Punto e un camioncino, muore una ragazza

  • Tagli capelli autunno 2020: tutte le tendenze per corti, medi e lunghi

  • Stivale sul parapetto di Scala Contarini del Bovolo: polemica sul post della Ferragni

  • Cade in acqua lungo la Riviera del Brenta e perde la vita

  • Camerieri pestano un collega in pizzeria, poi gli lanciano contro coltelli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento