Poligof: premio di risultato, incentivi e orario. Dopo 7 ore trovata l'intesa

Cgil, Cisl e Uil al tavolo con Confindustria e la società per far rientrare lo stato di agitazione

Poligof, archivio

Passi avanti verso un accordo per il premio di risultato e per i compensi legati alla turnistica di lavoro dei dipendenti della Poligof di Mira, azienda di produzione e lavorazione di materie plastiche. Oggi, martedì 18 febbraio, Cgil, Cisl e Uil e le rsu si sono incontrate nella sede di Confindustria Venezia al Vega, con la direzione della società Poligof, per sbloccare la vertenza e ristabilire un clima positivo di lavoro. Solo qualche giorno fa le rappresentanze sindacali erano arrivate a programmare lo stato di agitazione nell'ex Polimira.

Incontro soddisfacente

Ma il lungo lavoro di oggi ha riportato l'equilibrio. Tutte le parti hanno condiviso il percorso della trattativa al fine di trovare soddisfazione e andare incontro anche alle necessità espresse dalle organizzazioni sindacali. Dopo un tavolo di 7 ore si è arrivati alla firma di un’ipotesi di accordo da porre all’attenzione dell’assemblea dei lavoratori, che sarà la prossima settimana. I temi in questione: il premio di risultato 2020-2022, la turnazione, l’incentivazione giornaliera e per il periodo estivo. Dopo l’assemblea con i lavoratori sarà programmato un nuovo incontro con la società a marzo. In relazione all'intesa sottoscritta, inerente il rinnovo triennale del premio di risultato, la definizione degli orari di lavoro e alcuni incentivi economici correlati, l'azienda si è dichiarata soddisfatta del percorso intrapreso negli ultimi mesi in collaborazione con Confindustria Venezia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

Torna su
VeneziaToday è in caricamento