menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Droga, guida in stato di ebbrezza, rifiuti abusivi: denunce a Jesolo il 25 aprile

Attività della polizia locale sul litorale nel giorno di festa. Un pusher sopreso in flagrante in piazza Trieste, un uomo trovato alla guida con un valore alcolemico nel sangue di 1.27

Attività intensa della polizia locale a Jesolo in questi giorni di festa per la ricorrenza del 25 aprile: fermato un pusher bengalese lungo l’arenile, ritirata la patente ad un sandonatese ubriaco alla guida e sequestrato un furgone che trasportava rifiuti senza permesso. La prima operazione ha permesso di "pizzicare" uno spacciatore che smerciava sostanze illecite lungo l’arenile: il giovane, 26enne con regolare permesso di soggiorno, è stato notato nel tratto antistante piazza Trieste verso le 14.20 con fare sospetto. Quando si è accorto che gli uomini in divisa si stavano dirigendo verso di lui ha tentato di liberarsi di un sacchettino, contenente dei cubetti preconfezionati di hashish e marijuana. La droga è stata recuperata e sequestrata dai vigili che hanno poi portato lo spacciatore in caserma, dove si è proceduto alla perquisizione. Oltre allo stupefacente il 26enne aveva con sé anche delle cartine, un cellulare e 35 euro in contanti. La perquisizione estesa anche nel suo domicilio jesolano è risultata negativa. Per lui una denuncia per detenzione ai fini di spaccio.

In serata, invece, una pattuglia della polizia locale ha fermato per un normale controllo una Volkswagen Polo con a bordo due persone: alla guida un uomo di San Donà di Piave, 42 anni, che presentava un alito vinoso. Sottoposto al test alcolemico è risultato avere un indice di 1.27 grammi per litro, valore oltre due volte e mezzo superiore alla norma (0,50). Per l'uomo è scattato il ritiro della patente e alla guida si è messa la passeggera che aveva a fianco.

Sempre nel pomeriggio di martedì la polizia Locale ha poi fermato in via Pindemonte un furgone Ford Transit, con alla guida un 45enne della provincia di Udine. Il mezzo era adibito a trasporto di persone, ma di fatto l'uomo stava recuperando materiale ferroso nell’area del territorio comunale senza alcuna autorizzazione. Il furgone ed i rifiuti sono stati sequestrati penalmente ed il conducente denunciato per attività di raccolta, trasporto, recupero, smaltimento, commercio ed intermediazione di rifiuti in mancanza della prescritta autorizzazione. Inoltre è stato sanzionato con ritiro della carta di circolazione per diversa destinazione d’uso del veicolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento