menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'unione fa la forza: al via i pattugliamenti condivisi tra San Donà, Musile e Noventa

Una gestione più ampia permette di risparmiare risorse. Questo il motivo per cui i Corpi della polizia municipale lavoreranno insieme per molti servizi: "Ora si parte davvero"

All’inizio erano stati i saldi a rendere operativo, in forma sperimentale, il nuovo Distretto di polizia Locale tra San Donà, Musile e Noventa di Piave. Con la partecipazione di agenti sandonatesi al presidio delle strade di accesso all’Outlet di Noventa, all’inizio di luglio. Erano seguite altre collaborazioni in occasione di eventi di grande richiamo. E, da lunedì 10 ottobre, il servizio di controllo del territorio con pattuglie intercomunali diviene regolare. Si riparte di nuovo da Noventa di Piave, dove saranno agenti del Comando sandonatese a operare con i colleghi locali. 

Svolgeranno le usuali mansioni della polizia locale, dal controllo della velocità, delle assicurazioni e delle revisioni dei veicoli, al controllo del territorio. «Finalmente siamo partiti con il servizio regolare e ora abbiamo fretta di rispondere alla richiesta di sicurezza dei cittadini – così Cereser – L’unica via è una gestione su scala più ampia che liberi risorse per il controllo del territorio. Un obiettivo perseguito almeno dal 2008 e che finalmente si realizza, dopo aver risolto pastoie burocratiche e questioni di competenze. Le sperimentazioni attuate in occasioni di grandi eventi hanno mostrato come la collaborazione tra i comandi possa dare esiti significativi».

I servizi di pattugliamento intercomunali si affiancheranno al personale dei comandi, alternandosi sui tre Comuni. Quindi, dopo la presenza a Noventa, si proseguirà con pattugliamenti a Musile e San Donà di Piave. «L’attuazione di questo servizio, tra tre Comuni importanti che ricalcano quasi al completo l’idea di Città del Piave, è importante anche come modello –aggiunge il sindaco di Noventa di Piave Alessandro Nardese – Il suo buon esito può essere il migliore invito ad altri Comuni ad aggregarsi alla convenzione di cui abbiamo fatto da apripista».

Il procedimento di attuazione del Distretto di Polizia Locale era iniziato lo scorso 20 aprile, con la sottoscrizione della convenzione istitutiva tra i Comuni di Musile, Noventa e San Donà di Piave. Il protocollo era stato poi approvato dai relativi Consigli comunali e attuato da una conferenza dei vari Comandi. «È significativo che divenga operativa una convenzione attuata da amministrazioni di colore politico diverso – conclude Silvia Susanna, sindaco di Musile di Piave – dimostrando come la politica, quando supera gli steccati, sa unirsi per risolvere i problemi concreti dei cittadini».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
  • Attualità

    L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento