rotate-mobile
Cronaca

Lotta agli abusivi sulle spiagge, la polizia provinciale rinnova l'impegno

Migliaia di sanzioni a commercianti sui litorali e multe per inquinamento e bracconaggio più i servizi fuori dalle scuole. Tempo di bilanci per gli agenti in servizio della Provincia

Oltre 500mila euro di sanzioni in tre anni, e almeno 1532 ore di servizio davanti alle scuole, negli orari di entrata e uscita dei ragazzi, come prevenzione di comportamenti a rischio: dallo spaccio di droghe agli atti di vandalismo o bullismo. Questo, in sintesi, il bilancio della polizia provinciale sotto la Giunta Zaccariotto. L’organizzazione del Corpo di polizia provinciale è finalizzato alla salvaguardia dell’ambiente e alla prevenzione e repressione delle infrazioni alle leggi e ai regolamenti, oltre che alla tutela della fauna, al controllo dell’attività venatoria e della pesca. Per chiarire competenze e trovare nuove soluzioni, è stata organizzata la tavola rotonda sul "diritto alla sicurezza, alla qualità della vita urbana e alla incolumità, un sistema di sicurezza integrato sul territorio”.

All'incontro, svolto al Centro servizi a Mestre, la presidente della Provincia, Francesca Zaccariotto, ha ricordato l'utilizzo capillare dei supi agenti in postazioni "sensibili" come le spiagge e le pinete: "Nel 2009, per la prima volta - spiega Zaccariotto - la Provincia di Venezia ha scelto di adibire la polizia provinciale anche al controllo delle spiagge. L’iniziativa partì a titolo sperimentale per dare una risposta concreta di contrasto ai fenomeni dei furti nelle spiagge e del crescita del commercio abusivo e, nonostante la denuncia di qualcuno che voleva impedirci di continuare, gli interventi si sono rivelati concreti ed efficaci, tant’è che da allora anche il Corpo di polizia provinciale partecipa a pieno titolo al tavolo della sicurezza della prefettura, in quanto è finalmente riconosciuto come forza dell’ordine territoriale".

Un sistema integrato, tuttavia, quello rimarcato da Zaccariotto: "Va ricordato che i miei agenti non hanno mai agito da soli, ma in supporto alle polizie locali. Ciò è stato il risultato di un proficuo lavoro di squadra nato da un momento importante di condivisione e concertazione con i sindaci del litorale. L’affiancamento dei nostri agenti alle polizie locali, con un leale lavoro di squadra, ha finora rappresentato una sinergia vincente, e ha dato risposte concrete alla crescente domanda di sicurezza".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta agli abusivi sulle spiagge, la polizia provinciale rinnova l'impegno

VeneziaToday è in caricamento