menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli su strada: telefono alla guida, velocità e cintura slacciata le infrazioni più comuni

Dati diffusi dalla polizia stradale di Venezia. Riscontrate in tutto 11.453 infrazioni, ritirate 527 patenti

La polstrada tira le somme di un anno di controlli: 4.329 le pattuglie impiegate nel 2018 per un totale di 11.453 infrazioni accertate, 527 patenti di guida e 594 carte di circolazione ritirate e 20.032 punti decurtati. Tra le norme che le persone in automobile violano più spesso vi sono sono l'obbligo di cinture a bordo (655 infrazioni), il divieto di uso di cellulare alla guida (465) e i limiti di velocità (1.151).

Trasporto merci

Da ricordare i servizi di controllo nel settore del trasporto professionale, anche con la collaborazione del personale del Dipartimento trasporti terrestri e dei Centri mobili di revisione, concentrati sulle condizioni tecniche dei mezzi pesanti. Sono 2059 le liste di controllo di cui 658 (31,9%) per veicoli italiani e 1401 (68,1%) per veicoli stranieri, con la contestazione di 774 infrazioni al codice della strada e altre norme su tempi di guida e trasporti abusivi di merci. Un lieve aumento è stato registrato nel numero degli incidenti stradali gestiti dalla polstrada veneziana, abbinato ad una minima percentuale di decremento degli incidenti con lesioni alle persone e un aumento di quelli con soli danni ai mezzi.

Furti di pullman

In materia di polizia giudiziaria sono stati effettuati controlli specifici a 45 esercizi connessi alle attività di commercio di veicoli usati anche on-line, con 352 veicoli controllati e 31 violazioni accertate e contestate. Importanti i risultati nel contrasto delle attività illecite, con l’arresto di 9 persone e la denuncia di 71. In particolare si ricorda l’operazione che in aprile ha portato all'arresto di due cittadini serbi dediti al furto di pullman turistici (quattro veicoli sono stati recuperati, per un valore di circa un milione di euro) e poi, a novembre, all’arresto del terzo componente della banda.

Impegno nelle scuole

Infine le iniziative di informazione ed educazione stradale: la campagna di sicurezza stradale nelle scuole, "Icaro", promossa in collaborazione con il Dipartimento di psicologia dell’università “Sapienza” di Roma; il progetto “Biciscuola", promosso dal Rcs Sport – La Gazzetta dello Sport ed in collaborazione con il MIUR, ovvero un’iniziativa correlata al Giro d’Italia e rivolta alle scuole primarie per sensibilizzare i giovani al rispetto per l’ambiente e alle regole della sicurezza e dell’educazione stradale; seminari di formazione rivolti ai dipendenti delle Poste italiane e del Gruppo Enel Green Power ed Enel Mercato per la prevenzione degli incidenti stradali. A questi progetti nazionali si sono aggiunti gli appuntamenti che in sede locale ormai si ripetono annualmente nelle scuole della provincia, permettendo di sensibilizzare circa 3.500 ragazzi e bambini dalla scuola materna alle superiori, con l’intento di favorire comportamenti adeguati e sicuri per la strada.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento