menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si butta in canale perché non gli danno i soldi, salvato dal poliziotto

Un agente delle volanti lunedì si è dovuto tuffare a Castello per riportare a riva un 46enne che prima aveva litigato col titolare di una trattoria

Ubriaco raggiunge una trattoria di Castello per reclamare il pagamento dei soldi per i tre giorni di prova che aveva sostenuto nel locale e la restituzione di un cavatappi, ma al culmine del litigio si butta nel canale a faccia in giù, con tutte le intenzioni di farla finita. Momenti di tensione lunedì pomeriggio a Venezia, dove un poliziotto di una volante lagunare si è dovuto tuffare in acqua per riportare a riva una persona alle prese con problemi di tossicodipendenza, denunciata anche per resistenza a pubblico ufficiale.

Nel momento in cui è stato soccorso, infatti, non ha agevolato per niente l'operato dell'agente, che ha riportato pure dei lievi traumi. Tutto avviene verso le 17, quando il titolare del locale chiama il 113 per chiedere un intervento: il suo ex cameriere, dopo aver sostenuto tre giorni di prova, non era stato confermato come da contratto. Ma qualche giorno dopo è tornato alla carica, chiedendo comunque il pagamento per le ore sostenute. Da lì nasce un vibrante diverbio,  anche nei confronti della madre del ristoratore, che prosegue anche dopo l'arrivo delle forze dell'ordine. Prima interviene la Finanza, che porta l'ubriaco nel vicino campo Bandiera e Moro.

La rabbia dell'ex cameriere si rivolge anche verso i poliziotti intanto intervenuti sul posto. Lì l'uomo, molto agitato, ha alternato momenti di pianto per il fatto di avere bisogno di lavoro con una figlia da mantenere a momenti di forte aggressività, finché, quando sembrava che tutto fosse tornato alla calma, non ha manifestato intenti suicidi nella vicina calle Terazzera, gettandosi in rio della Pietà. A quel punto è stato necessario che un agente si tuffasse in acqua, per riportarlo a riva. Inevitabile, come detto, una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
  • Attualità

    L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento