menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stop alle cadute, il Comune studia un piano antiscivolo per il ponte di Calatrava

Il settore Lavori pubblici cerca un sistema per risolvere definitivamente il rischio di capitomboli sui gradini in vetro del manufatto. Negli ultimi giorni chiusure delle rampe laterali

Niente più capitomboli, né rischi, per le persone che percorrono il ponte della Costituzione di Venezia. È l'obiettivo dell'amministrazione comunale, che ha annunciato l'intenzione di prendere contromisure definitive per mettere in sicurezza la struttura progettata da Santiago Calatrava. Per il momento non sono trapelati ulteriori dettagli ma, come riporta Il Gazzettino, sarebbero allo studio dei sistemi che elimineranno, una volta per tutte, la possibilità di scivolare sui gradini in vetro.

Alla ricerca di un sistema risolutivo

Un problema che si ripresenta ogni volta che c'è nebbia, umidità, ghiaccio o neve. Tanto che in diverse situazioni, soprattutto nel corso dell'inverno, la polizia municipale è costretta a correre ai ripari chiudendo al transito le rampe laterali del quarto ponte sul canal Grande. In quei casi per avvisare i pedoni vengono collocate delle transenne ai due lati del manufatto, cosicché tutti lo percorrano solo al centro, dove i gradini sono in pietra. È evidente che la situazione non può andare avanti così in eterno, ed è per questo che l'ufficio Lavori pubblici del Comune sta pensando a una soluzione che sia definitiva.

Tentativi falliti

L'ultima occasione in cui è stato necessario attivare il "piano di emergenza" sono state le nevicate degli ultimi giorni. L'ennesima conferma che i gradini di vetro non sono sicuri. Negli anni il Comune ha fatto vari tentativi per arginare il problema, ma con scarso successo: le strisce antisdrucciolo non facevano presa e si staccavano dopo pochi giorni, mentre era stata scartata l'ipotesi di sostituirli con altri elementi in trachite: troppo costoso. Nel frattempo diverse persone sono cadute, e in alcuni casi hanno trascinato Ca' Farsetti in tribunale per chiedere il risarcimento dei danni subiti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento