rotate-mobile
Cronaca San Marco

"Le crepe si allargano", l'allarme dei gondolieri "chiude" il ponte dei Pittori

Martedì alcuni di loro, guardando la struttura dei Giardini Napoleonici dal basso verso l'alto, si sono accorti che dopo il sisma di domenica le fessure si sono aggravate. Area interdetta

Le scosse del sisma che ha devastato l'Emilia-Romagna hanno lasciato segni anche da noi, nel Veneziano. Il terremoto di domenica notte, infatti, potrebbe essere responsabile, in tutto o in parte, dell'allargamento di due crepe nella struttura del ponte dei Pittori, vicino a Piazza San Marco.

 

L'opera, dei Giardini Napoleonici, per precauzione è stata chiusa al transito sia dei pedoni, sia delle imbarcazioni. L'allarme è stato lanciato dai gondolieri, che in virtù del loro punto di vista "privilegiato" si sono accorti che le crepe, già preesistenti, da domenica si erano allargate di molto, interessando in larghezza tutto il ponte. Il problema sarebbe evidente per chi guarda la struttura dal basso verso l'alto. I tecnici della polizia municipale e dei vigili del fuoco martedì si sono recati sul posto e, vista la presenza anche di un parapetto pericolante, hanno deciso che per ora da lì non si passa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Le crepe si allargano", l'allarme dei gondolieri "chiude" il ponte dei Pittori

VeneziaToday è in caricamento