rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Portogruaro

Compilava il registro contabile della ditta con inchiostro cancellabile

Il titolare di un'azienda agricola del Portogruarese avrebbe potuto letteralmente "cambiare le carte in tavola" in ogni momento. La Finanza sta controllando se da ciò siano seguiti dei reati

"Verba volant, scripta manent", dicevano gli antichi. E avevano ragione. Peccato però che a questa legge il titolare di una piccola azienda agricola del Portogruarese abbia voluto ribellarsi. O meglio, abbia voluto, volontariamente o involontariamente lo stabiliranno gli inquirenti, tenersi sempre aperta la possibilità di cambiare le carte in tavola.

Il registro su cui si teneva la contabilità dell'azienda, infatti, veniva compilato con inchiostro cancellabile. Le Fiamme Gialle, nell'ambito dell'operazione che ha portato in tutta la provincia al sequestro di 100mila litri di carburante, una volta che si sono trovati davanti alle pagine compilate in questa maniera, sono rimaste sbigottite. Anche loro, infatti, che di trucchi amministrativi se ne intendono, non avevano mai visto nulla del genere.


Ora i finanzieri stanno controllando se a questo strappo alla regola a livello amministrativo siano seguiti dei reati. Potenzialmente, infatti, il titolare dell'azienda, avrebbe potuto cancellare o modificare ordini, costi, prezzi e tutto ciò che gira intorno al bilancio della ditta.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Compilava il registro contabile della ditta con inchiostro cancellabile

VeneziaToday è in caricamento