rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Jesolo

"Il comandante della Municipale di Jesolo abusa della propria divisa". Scatta la querela

A procedere per vie legali è stato il comandante Claudio Vanin. Sul proprio profilo Facebook ha riportato il messaggio diffamatorio: "Attenzione a quello che si scrive, questo è reato"

Un commento diffamatorio, a mezzo facebook. I social network sono una valvola per molte persone, milioni di utenti che spesso non si rendono conto che nonostante ci si trovi dietro allo schermo di un pc o di uno smartphone è possibile incorrere in comportamenti punibili per legge. 

A procedere con un querela ai danni di un cittadino che si era lasciato andare a un post diffamante nei suoi confronti, è stato il responsabile della polizia municipale di Jesolo, Claudio Vanin. “Il comandante abusa della divisa che porta - aveva scritto l’utente - È anche un gran cafone, agevola i delinquenti e insulta le persone per bene. Deve vergognarsi”. Queste le parole riportate dallo stesso Vanin sul proprio profilo social, per far comprendere la gravità di quanto pubblicato.

“Attenzione a quello che viene scritto su facebook - ha commentato laconico il comandante della Municipale - perché si può incorrere nella commissione di reati”. Dopo pochi minuti è subito scattata una lunga sequela di commenti per sottolineare la vicinanza a Vanin e al Corpo di cui è comandante. C'è chi sottolinea come sia pieno di "leoni da tastiera" che non si rendono conto delle conseguenze delle proprie condotte digitali, mentre il collega comandante della polizia locale di Venezia, Marco Agostini ha dichiarato: "Ben fatto Claudio, questi vigliacchi vanno colpiti con le armi della giustizia".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il comandante della Municipale di Jesolo abusa della propria divisa". Scatta la querela

VeneziaToday è in caricamento