menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Posta “lumaca”, insieme 16 bollette e ricevute bancarie scadute

Il disagio a Campalto dove il titolare di una ditta di impianti di termoidraulica si è rivolto ad Adico per "diffidare le poste e chiedere la soluzione di un problema che dura da molto tempo"

Quando si dice “posta lumaca”. Questo è quello che deve aver pensato il titolare di un’azienda di impianti di termoidraulica a Campalto dopo essersi ritrovato da un giorno all'altro con sedici buste dentro la propria cassetta delle lettere, tra le quali, appunto, bollette e ricevute bancarie ormai scadute, ha deciso di affidarsi all'ufficio legale dell'Adico, associazione difesa consumatori, per diffidare le Poste e chiedere la risoluzione di un problema che sta creando moltissimi disagi ai cittadini di Campalto.

BOLLETTA "MOSTRO": RICALCOLO DOPO MESI, DIMEZZATA


UN ANNO DI DISAGI. La maxi consegna è avvenuta la scorsa settimana ma i disguidi nell’arrivo delle missive dura da un anno: "Da dodici mesi a questa parte di fatto ricevo la posta una volta al mese - spiega l'artigiano - A volte mi trovo 4, 5 buste, a volte dieci. L'altra volta è stato un vero e propri record: 16 buste in un colpo solo". La questione potrebbe passare in secondo piano, se non fosse che è titolare di un’azienda che opera da 20 anni nel settore della termoidraulica e i ritardi nella consegna della corrispondenza possono creare disagi alla propria attività. "Nel mio lavoro arrivano spesso avvisi importanti - commenta l'artigiano -. Ancora una volta mi sono trovato con bollette dell'energia elettrica ormai scadute. Ma in scadenza sono anche le ricevute bancarie che io devo controfirmare per il pagamento dei fornitori. Siccome per me è importantissimo non ritardare mai i pagamenti, ormai telefono io agli stessi fornitori per chiedere loro se abbiano emesso la fattura. Se mi dicono di sì vado direttamente in banca prima che mi arrivi la ricevuta a casa con le solite tempistiche. Ho parlato con gli uffici di Campalto e mi hanno detto che la responsabilità è della sede centrale di via Torino".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento