Poste Italiane e Caritas veneziana: la tradizione delle letterine a babbo natale e la solidarietà alle famiglie povere della città

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Le Festività sono alle porte e Poste Italiane rinnova la tradizione di raccogliere le letterine che i bambini indirizzano a Babbo Natale: nello Spazio Filatelia di Venezia Poste Italiane, Caritas Venezia e Fondazione Mamma Maria hanno accolto oggi i bambini della scuola materna “Capitanio” di Venezia che hanno letto e spedito le loro lettere a Babbo Natale.

All’iniziativa di Poste Italiane si affianca  l’intervento della Caritas Veneziana e della Fondazione Mamma Maria per la raccolta di abiti ed indumenti vari che saranno destinati ai bambini delle famiglie bisognose di Venezia. I vestiti da donare possono essere consegnati allo Spazio Filatelia fino al 21 dicembre. 

Le due iniziative sono state presentate dalla direttrice della Filiale di Venezia di Poste Italiane Stefania Tomain, con il direttore della Caritas Veneziana Stefano Enzo ed il presidente della Fondazione Mamma Maria Alessandro Sibilla.

Ogni anno Poste Italiane riceve e smista migliaia di letterine che i bambini inviano a Babbo Natale con i più svariati indirizzi di fantasia, assicurando loro una risposta personalizzata. Il fascino, il mistero e la gioia, di una tradizione antica si rinnovano puntualmente così ad ogni Natale grazie al crescente entusiasmo dei più piccoli, testimoniato dal numero sempre più elevato di letterine spedite: dalle 40.000 del 1999 alle 130 mila del 2014. Anche per il Natale 2015 si prevede un elevatissimo volume di corrispondenza destinata a Babbo Natale.

Anche quest’anno Poste Italiane propone un gioco: i bambini che scriveranno a Babbo Natale riceveranno da Poste Italiane le istruzioni per scaricare sullo smartphone o sul tablet la App “L’Albero della Pappa”, un modo divertente per informarsi sulla corretta alimentazione, abbandonare le cattive abitudini e seguire una dieta equilibrata e varia, che aiuti a sentirsi sempre in forma e in salute,  secondo il principio della piramide alimentare.

Quest’anno il gioco affida una missione molto importante ai bambini: riportare in perfetta forma fisica Babbo Natale. L’anziano amico dei bambini è infatti un po’ appesantito dopo la lunga inattività e, se non si rimedierà a questo, rischia di non passare attraverso i camini per entrare nottetempo in casa e depositare i doni sotto l’albero. Grazie alla App e alla collaborazione dei portalettere Elfina e d Elfino, i piccoli potranno suggerire a Santa Claus un regime alimentare più sano che gli permetta di fare il pieno di energia e di affrontare in forma smagliante la notte del 25 dicembre. I piccoli potranno inoltre scaricare dalla App l’Albero di Natale da condividere per inviare gli auguri a tutti i loro amici e parenti.

La lettera  continua a rappresentare per piccoli e adulti uno dei momenti più belli della tradizione natalizia, che Poste Italiane sostiene promuovendo il piacere della scrittura e donando la gioia di ricevere un messaggio da un personaggio tanto amato come Babbo Natale. Informazioni sulle Letterine a Babbo Natale sono disponibili sul sito www.poste.it

Torna su
VeneziaToday è in caricamento