rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Cronaca

Zaia accoglie la piccola Ariana nata a San Donà. «Dai veneti 7.000 posti letto per i rifugiati»

Il presidente: «Un brutto momento della storia ha voluto tu venissi al mondo nel nostro Veneto». Ad oggi 3.510 persone nella regione hanno risposto all'emergenza guerra in Ucraina offrendo alloggi

«Ben arrivata Ariana, un brutto momento della storia ha voluto che tu venissi al mondo nel nostro Veneto, e siamo certi di far trovare a te e ai tuoi quel clima di pace che ora è negato alla vostra terra. L’augurio che sento di farti è che tutta la tua famiglia possa presto ritrovare la serenità in un’Ucraina in cui tacciano le armi, finiscano i combattimenti e riprenda la vita di sempre. Un augurio che estendo a tutti i tuoi connazionali». Così il presidente della Regione del Veneto saluta la bambina, figlia di una giovane mamma rifugiata dall’Ucraina, che è nata ieri all’ospedale di San Donà di Piave. Un giorno che ha segnato un altro momento significativo con l’arrivo a Verona di sei consigliere della città di Kharkiv con i loro figli.

«La macchina d’accoglienza veneta continua senza sosta il suo lavoro – prosegue il governatore -. Continuiamo a seguire con attenzione e apprensione quello che sta accadendo in Ucraina con le sue inevitabili ricadute sui flussi dei rifugiati. Il Veneto continua a essere pronto nell’ospitalità e ne sta dando prova. Esprimo un caloroso ringraziamento a tutti i volontari e a tutti gli operatori che stanno lavorando in queste ore, insieme a tutti quei veneti che insieme hanno offerto oltre 7.000 posti letto rispondendo all’appello fatto». Ad oggi sono 3.510 le persone che hanno offerto un alloggio per un totale di 7.300 posti letto. Alle 7 di domenica le presenze negli hub predisposti per l’accoglienza in 3 ex ospedali sono: 25 a Noale, 12 a Valdobbiadene (Treviso) e 12 a Isola della Scala (Verona). Per chi volesse comunicare la propria disponibilità, offrire aiuto e/o ospitare profughi la Regione mette a disposizione un’email: ucraina@regione.veneto.it, e il numero verde della Protezione civile regionale 800990009.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zaia accoglie la piccola Ariana nata a San Donà. «Dai veneti 7.000 posti letto per i rifugiati»

VeneziaToday è in caricamento