Ospedale di Jesolo: altri posti in terapia intensiva, degenza per i positivi al coronavirus

Completate le consegne delle attrezzature previste nel presidio del litorale verrà attivata un'area dotata di 8 posti letto a supporto delle esigenze locali e regionali

Ospedale di Jesolo, archivio

Anche l'Ulss4 per gestire l'emergenza legata al coronavirus si sta avvalendo delle tende attrezzate dalla protezione civile, per limitare gli accessi ai tre pronto soccorso aziendali. Il pre-triage che viene compiuto in queste strutture verifica ad esempio lo stato di salute dei pazienti prima che accedano agli ospedali per interventi chirurgici programmati. Da martedì due novità riguarderanno in particolare l'ospedale di Jesolo. Completate le consegne delle attrezzature previste (8 ventilatori, di cui metà forniti dalla Regione Veneto e metà acquistati da questa Ulss), nel presidio del litorale verrà attivata un'area di terapia intensiva dotata di 8 posti letto a supporto delle esigenze locali e della rete delle terapie intensive della Regione Veneto. La nuova sezione di cura sarà posta al piano terra dell'ospedale. Il responsabile e coordinatore di queste attività sarà il dottor Fabio Toffoletto, già direttore del dipartimento di area critica di questa Ulss.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre martedì 10 febbraio, al primo piano dell'ospedale di Jesolo, nell'area dedicata precedentemente alla lungodegenza della medicina fisica e riabilitazione, verrà attivata una nuova area di ricovero da 11 posti letto dedicati a pazienti Covid-19 positivi. Qui verranno collocati i pazienti trasferiti dalla terapia intensiva e pazienti Covid-19 positivi che necessitano di ricovero sotto la direzione del dottor Lucio Brollo della Medicina interna. «Si tratta di misure che devono rassicurare, perché servono per proteggere la popolazione e il nostro personale dal contagio. Colgo l'occasione per ringraziare tutto il personale medico, infermieristico, tecnico e amministrativo, che in questi giorni ha continuamente lavorato per dare avvio a queste due attività all'ospedale di Jesolo - ha detto il direttore generale dell'Ulss 4, Carlo Bramezza -. È necessaria la collaborazione di tutti per evitare la diffusione del coronavirus. Ciascuno di noi deve adottare le raccomandazioni consigliate. Per dubbi o informazioni è attivo il numero verde aziendale 800497040».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Stivale sul parapetto di Scala Contarini del Bovolo: polemica sul post della Ferragni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento