menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Può camminare benissimo". Pass rifiutato al disabile, bufera a Mira

La polemica investe la Polizia Locale, dopo che una dipendente avrebbe risposto picche alla richiesta presentata dalla nipote di un invalido

“Quel down può camminare benissimo”. Con questa risposta spiazzante, un impiegato del Comune di Mira avrebbe rifiutato il rinnovo del pass auto per un invalido del posto. A raccontare la storia è la 50enne nipote del disabile, sua tutrice legale da anni. Come riporta La Nuova Venezia, suo zio sarebbe un omone di quasi 60 anni e invalido al 100%, come dimostrano i numerosi certificati medici che accertano le sue difficoltà motorie. Eppure dal comando dei vigili è arrivata la risposta negativa, quella che mai si sarebbe aspettata.

“Sono stata trattata come una delinquente” ha aggiunto la nipote, che attende il rinnovo del contrassegno da otto mesi. Ha scritto anche al sindaco Alvise Maniero, ma non ha ancora ottenuto risposta. Tra i certificati che accertano la disabilità c’è anche quello rilasciato dalla commissione medica dell’Inps, ma evidentemente nemmeno quello è bastato.

A calmare le acque ci ha pensato il comandante della Polizia Locale di Mira, Mauro Rizzi, colui che solitamente firma in prima persona le autorizzazioni di rilascio e i rinnovi per il pass disabili. Rizzi ha assicurato che si occuperà personalmente della faccenda e che attende la donna in comando con tutta la documentazione. Se questa volta la disabilità sarà accertata, il contrassegno sarà pronto massimo dopo quattro giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento