menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Natale e Capodanno festa anche per gli "ultimi", il patriarca con i poveri a Zelarino

Il 25 dicembre monsignor Moraglia assieme a 200 indigenti al centro Urbani. Si sta organizzando anche un ultimo dell'anno all'insegna della solidarietà. Che sia festa per tutti

 Per il qunto anno consecutivo il patriarca Francesco Moraglia trascorrerà il pranzo di Natale con chi è in difficoltà. Con i poveri che frequentano le mense cittadine. Ad ascoltare gli "ultimi" donando loro una parola di conforto. Dopo le prime tre esperienze nella chiesa di San Girolamo, si è deciso di replicare l'iniziativa dell'anno scorso al centro pastorale Cardinal Urbani di Zelarino. 

Nel 2015 erano stati oltre 200 gli ospiti che trascorsero in compagnia il Natale nella sala da pranzo del centro, ricevendo ciascuno un regalo e soprattutto vivendo, per qualche ora, un clima festoso e sereno. Lontano magari dalla nostalgia quotidiana o dai piccoli o grandi problemi di ogni giorno. 

"Anche quest’anno Caritas Diocesana e San Vincenzo Mestrina - che organizzano l’evento - assicureranno agli ospiti il trasferimento per e da Zelarino con il centro di Mestre attraverso la preziosa collaborazione di Actv, che metterà a disposizione alcuni autobus - si legge in una nota del Patriarcato - Per partecipare al pranzo, nei giorni antecedenti al Natale, verranno distribuiti appositi inviti nelle mense cittadine. L’inizio è previsto alle 13". 

Le mense solidali il 25 dicembre sono chiuse, dunque quella di Zelarino è l'opportunità di passare un Natale comunque diverso. Per questo continua la ricerca di persone di buona volontà per addobbare la sala, per servire i piatti in tavola con un sorriso e anche intrattenitori. Chi fosse interessato a collaborare, come volontario, può telefonare al 3938740124.

"Anche le ultime ore dell’ultimo giorno dell’anno saranno poi particolarmente caratterizzate da una speciale e festosa attenzione verso gli ultimi, verso le persone in genere più sole o in situazione di difficoltà, attraverso l’iniziativa del “Capodanno di gratuità” promossa dalla Caritas Veneziana e dalla Pastorale giovanile diocesana, insieme a tanti altri enti e realtà associative che si occupano per lo più di anziani, minori, senza fissa dimora, famiglie e donne in difficoltà - continua il Patriarcato - La partecipazione, come volontari, per animare tale iniziativa è rivolta soprattutto ai giovani. La scadenza delle adesioni, per chi vuole collaborare, è fissata in questi giorni prima di Natale. Per maggiori informazioni al riguardo e offrire la propria disponibilità ci si può rivolgere al 3487437109".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento