menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pranzo per i senzatetto, c'è anche l'assessore Venturini: "Grazie per il tempo che donate"

Sabato il pasto solidale per una trentina di persone alla casa dell'ospitalità. Hanno servito camerieri "eccellenti". All'ospedale dell'Angelo un convegno dedicato a tempo e volontariato

C'erano una trentina di persone senza dimora alla casa dell'ospitalità di Mestre in occasione del pranzo solidale di sabato offerto dall'associazione “Amici della Laguna e del Porto” in collaborazione con il Comune di Venezia. Un momento di convivialità a cui ha voluto partecipare anche l'assessore comunale alla Coesione sociale, Simone Venturini.

"Un modo non solo per essere vicini alle persone che soffrono e sono in difficoltà - ha commentato - ma anche per testimoniare la nostra vicinanza al lavoro della casa dell'ospitalità assieme agli operatori delle associazioni del terzo settore. Persone che offrono servizi di prima assistenza e che lavorano per un possibile recupero sociale di chi viene assistito. Ringrazio l'associazione 'Amici della Laguna e del Porto' per il lavoro che svolge, volto a promuovere manifestazioni, incontri di sensibilizzazione, raccolte di fondi a scopo benefico".

Camerieri per un giorno, a servire tra i tavoli, tra gli altri, anche il direttore generale di Venezia Terminal Passeggeri, Galliano Di Marco, e una folta rappresentanza dell'Umana Reyer femminile.

In mattinata l'assessore ha partecipato anche al tradizionale incontro di fine anno con gli operatori del terzo settore, dal titolo “L'importanza del tempo nel mondo del volontariato”. L'iniziativa è andata in scena al padiglione Rama dell'ospedale al'Angelo, su iniziativa dell'Ulss 12 e in collaborazione con l'università Iusve e il centro di servizio per il volontariato ed il patrocinio del Comune di Venezia. Medici, infermieri, volontari, imprenditori si sono confrontati su domande quali “perchè non abbiamo più tempo?” o “quale tempo da dedicare agli altri se il nostro non basta?”.

"Anzitutto un grazie - ha detto Venturini - non banale ma sincero, anche a nome della città, per il tempo che voi dedicate agli altri, e per la qualità che a questo tempo unite. Il lavoro delle associazioni del volontariato, in un momento finanziario così difficile, è essenziale per riuscire a promuovere il nuovo modello di welfare che l'amministrazione comunale persegue, basato non solo sull'aiuto immediato, ma anche sull'inclusione sociale. Da parte nostra, come enti pubblici, l'impegno a dialogare e a collaborare tra noi e a supportare sempre più da vicino la vostra attività".

Tra i vari interventi quelli dell'imprenditore e scrittore Massimo Folador e di don Renzo Pegoraro, cancelliere della pontificia accademia “Pro Vita”. L'incontro si è concluso con il tradizionale scambio di auguri, allietato da un momento musicale affidato ad Andrea Barbiero e Andrea D’Alpaos, rispettivamente voce e direttore dei “Joy Singers”.

url-1-5

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    L'Rt in Veneto sale a 0,91, le richieste di Zaia oggi al Governo

  • Cronaca

    Altino, le indagini di Ca' Foscari svelano un porto

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento