rotate-mobile
Cronaca

Rischio piene nei fiumi veneti, la protezione civile dichiara lo stato di preallarme

Livelli in aumento nel Tagliamento e nel Livenza, operatori pronti a eventuali emergenze. Nei giorni scorsi maltempo, pioggia e vento hanno causato diversi problemi sulle spiagge

Il maltempo degli ultimi giorni mette in allerta la protezione civile regionale, che dichiara lo stato di preallarme. Il bollettino, che è stato emesso nelle ore scorse ed è valido fino alle 14 di sabato, segnala "criticità idraulica sulla rete principale nel bacino idrografico Vene-G", in corrispondenza con i fiumi Livenza, Lemene e Tagliamento. 

Nelle prossime ore – scrive la Protezione Civile del Veneto – sono attesi ulteriori incrementi dei livelli idrometrici nei fiumi Livenza a Tagliamento, per il transito del picco della piena generata dalle piogge dei giorni scorsi in Friuli Venezia Giulia. Il livello di preallarme (arancione) è riferito in particolare all’asta del Tagliamento. Le abbondanti precipitazioni e i venti dei giorni scorsi hanno causato problemi soprattutto sulle coste venete, dove le mareggiate si sono portate via abbondanti porzioni di spiaggia.

La situazione è comunque in fase di miglioramento: secondo il consorzio di bonifica del Veneto orientale i livelli del Tagliamento e del Livenza - che al momento sono pieni - dovrebbero scemare man mano e tornare su valori normali. Insomma, se le previsioni meteo saranno rispettate (piogge scarse o nulle), non ci sarà di che preoccuparsi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rischio piene nei fiumi veneti, la protezione civile dichiara lo stato di preallarme

VeneziaToday è in caricamento