La Prefettura interviene sulle indagini a Conetta: "Alla Edeco penali per 318mila euro"

Ca' Corner in una nota ha sottolineato come i controlli nell'ex base Nato abbiano portato a sanzioni pesanti, contro cui la cooperativa è ricorsa al Tribunale Civile. Indagini in corso

Le indagini continuano, e pure le analisi dei documenti di cui è entrata in possesso la Procura nella giornata di giovedì tra il campo di Conetta e gli uffici della cooperativa Edeco. L'ipotesi degli investigatori è che non solo alcuni servizi siano stati erogati a un livello insufficiente (con conseguenti possibili guadagni illeciti) ma anche che ci siano state alcune "soffiate" da due funzionari della Prefettura di Venezia anticipando controlli che in questo modo non sarebbero stati più a sorpresa (DETTAGLI).

La Prefettura: "Penali per 318mila euro alla Edeco nel 2017"

Sul punto la Prefettura ha voluto rispondere con le armi della trasparenza diramando una nota in cui si sottolinea come nel corso del 2017 sono stati effettuati nel centro in questione numerosi controlli. "Sulla base delle risultanze degli accessi ispettivi e dei controlli 'da remoto' sulla documentazione giustificativa, disposti al fine di valutare il livello dei servizi resi e il rispetto della convenzione - si legge nella nota - la Prefettura ha avviato nei confronti dell'ente gestore la procedura di contestazione delle irregolarità complessivamente accertate con l'applicazione di penali contrattuali per un totale di 318.897,90 euro". Si tratta sempre dello stesso contratto d'appalto in cui vengono messi nero su bianco i servizi d'ospitalità che devono essere erogati nei confronti dei richiedenti asilo su cui sta cercando di far luce la Procura. La cooperativa Edeco, di fronte alle sanzioni, è ricorsa al Tribunale civile e il giudizio allo stato è ancora pendente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'elenco di chi ha effettuato i controlli

Ca' Corner nel comunicato stila anche l'elenco di tutte le realtà che hanno messo piede nell'ex base Nato di Conetta oltre alla Prefettura: tra il Servizio igiene e quello di Sicurezza alimentare dell'Ulss, i Nas dei carabinieri, il ministero dell'Interno, commissioni parlamentari d'inchiesta, uomini del ministero dell'Interno e organismi internazionali come l'Unhcr-Oim forse sono giunti quegli esposti che hanno indotto la Procura di Venezia a vederci chiaro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le previsioni: possibili grandinate e raffiche di vento

  • Violento maltempo: tetti scoperchiati, albero caduto su una casa di cura FOTO

  • Venti chilometri di sopraelevata per raggiungere Jesolo d'estate. Ok dal Cipe

  • Auto cappottata al casello Mestre-Villabona

  • «I pusher nigeriani si sono impadroniti di Marghera, gang pericolosissima»

  • Il ragazzo recuperato in acqua a Jesolo non ce l'ha fatta: è morto all'ospedale

Torna su
VeneziaToday è in caricamento