menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra Roberto e Fernanda Trevisan, Gian Albo Ferro, Francesco Florenzano e il vicesindaco di Spinea Emanuele Dittadi

Da sinistra Roberto e Fernanda Trevisan, Gian Albo Ferro, Francesco Florenzano e il vicesindaco di Spinea Emanuele Dittadi

Spinea, il premio di poesia va a Gian Albo Ferro: vince tra 450 opere da tutta Italia

Viene da Rosolina (Rovigo). Sabato le premiazioni della 24^ edizione del concorso dell’università popolare. Nella categoria poeti affermati il primo posto è di Tiziana Monari

Gian Albo Ferro di Rosolina (Rovigo) è il vincitore nella categoria poeti inediti della 24esima edizione del concorso di poesia “Università popolare Città di Spinea”. Le premiazioni si sono svolte sabato 14 aprile al cinema teatro “Ai Bersaglieri”, presenti le autorità che hanno consegnato i premi assieme ai responsabili dell’università popolare Roberto e Fernanda Trevisan. Al secondo posto Eros Teodori di Boretto (Reggio Emilia); al terzo Flavia Longhin di Mirano. Ospite d’onore è stato Francesco Florenzano, presidente dell’Unione italiana di educazione degli adulti (Unieda).

Le altre categorie

Il concorso è nato nell’autunno del 1995 nell’ambito dei percorsi culturali proposti dall’università e aperti al territorio. Le opere presentate quest’anno sono state 450 pervenute oltre che da Spinea e dai paesi limitrofi della provincia di Venezia, dalle altre città del Veneto, da Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna,Toscana, Lazio, Molise, Campania, Puglia, Basilicata e Sicilia. Il premio ha visto un riconoscimento anche nelle categorie poeti affermati: al primo posto Tiziana Monari di Prato, al secondo Rita Muscardin di Savona, al terzo Nicolina Ros di San Quirino (Pordenone). Nella categoria poesie in vernacolo Stefano Baldinu di San Pietro di Casale (Bologna), Graziella Sgubin di Turriaco (Gorizia), Daniela Cortesi di Forlì. Premi anche alla quinta della scuola primaria Silvio Pellico di Campocroce di Mirano, a Siria Bertazzo della terza C della scuola media Petrarca di Borbiago.

"Concorso di valenza nazionale e non solo"

«È un concorso di valenza nazionale perché partecipano sia poeti affermati sia poeti non conosciuti al grande pubblico - afferma il presidente dell’Università popolare Roberto Trevisan – ma non solo: abbiamo anche partecipanti dall’estero. Inoltre al concorso sono presenti le realtà scolastiche delle scuole primarie e secondarie di primo grado dove i docenti coltivano, spronano, educano i loro giovani alunni, ad esprimersi in questa preziosa e complessa forma espressiva che è la poesia». L’Università popolare di Spinea, che nel 2016 ha festeggiato i venticinque anni di attività, oltre a questo concorso propone durante l’anno diversi corsi per quanti vogliono avvicinarsi, approfondire e condividere il piacere delle conoscenze culturali e linguistiche di altri Paesi, di avvicinarsi all’arte, al teatro, al cinema, alla psicologia, a nozioni anche in materie più specifiche come informatica, fotografia digitale, enogastronomia, conoscenze supportate da visite guidate a realtà territoriali di interesse culturale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento