Il Morosini svela il restauro di 3 mosaici

Oggetto di intervento tre pannelli musivi rappresentanti flotta navale e aerea in azione, colonie italiane d’Africa e impero romano

I mosaici restaurati

È stato inaugurato oggi il restauro dei mosaici della scuola navale militare Francesco Morosini di Venezia, eseguito dagli allievi dell'istituto veneto per i beni culturali. Erano presenti l'assessore regionale all'Istruzione Elena Donazzan, il vicesindaco di Venezia Luciana Colle, oltre ai comandanti delle scuole della marina militare italiana Enrico Credendino e del Morosini Marcello Ortiz Neri.

Tre pannelli musivi restaurati

Oggetto di intervento sono stati i 3 mosaici che rappresentano la flotta navale e aerea in azione, le colonie italiane d’Africa e l’impero romano. Nel corso dell'inaugurazione è stata scoperta anche una targa in ricordo della collaborazione tra Regione del Veneto e istituto veneto per i beni culturali. «La scuola Morosini - è intervenuta Donazzan - è un bene architettonico di rilevanza nazionale. L’intervento di restauro rappresenta un connubio tra amministrazione pubblica, allievi e docenti dell’istituto regionale per il restauro che hanno messo i loro cantieri-laboratorio a servizio del recupero di
opere d’arte e monumenti del territorio».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«È sempre un'emozione entrare in quest'aula - ha detto Colle - ed è un grande onore per me essere qui. Voglio esprimere, a nome dell'amministrazione comunale, la vicinanza della città di Venezia a voi presenti, ma anche nella storia a quello che è stato, e nel futuro, a quello che sarà, al collegio militare Morosini. Oggi, più che in altre occasioni, la storia diventa tangibile, grazie alla grande capacità di mani esperte, che daranno la possibilità, a chi frequenta questa eccellenza italiana, di poter ammirare nel loro splendore opere che altrimenti sarebbero andate perse».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento